Pesaro....la povera...o la grande???

Pesaro buoni lavoro voucher 21/02/2017 - Il punto... di Francesco Taronna... I voucher in provincia di Pesaro vanno alla grande, il loro utilizzo è più che raddoppiato nel breve lasso di tempo di un biennio, fino ad arrivare alla ragguardevole cifra di 15 milioni di euro. Si va dai 688.351 del 2014 al 1.181.330 del 2015, fino ad arrivare al milione e mezzo di euro del 2016.

I settori più coinvolti sono Turismo, Servizi e Commercio.

Per molti rappresentano l'unica alternativa al non lavoro e predispongono ad un futuro senza contributi.

Chiaramente un abuso che va ridimensionato, non è concepibile diventare complici di chi prepara un futuro da fame per i nostri ragazzi.

Ciò si aggiunge ai risultati catastrofici dell'applicazione del jobs act.

Dopo la fase iniziale che prevedeva notevoli incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato, terminate le risorse è arrivato il crollo, portando il saldo fra dimissioni e nuove assunzioni in zona nettamente negativa. L'ultima legge finanziaria ha portato i contributi per ciascuna assunzione a tempo indeterminato da 8000 euro a 3000.

I dati forniti dalla CGIL di Pesaro-Urbino, che ha elaborato quelli dei Centri per l'Impiego, evidenziano le grossissime difficoltà del dato pesarese rispetto a quelli delle altre province marchigiane...tutti negativi, Pesaro è l'ultima. A Pesaro il 40,4% in meno di assunzioni a tempo indeterminato, le altre oscillano fra il 31% ed il 36%.

A Pesaro, nel 2016, 5000 contratti a tempo indeterminato in meno rispetto al 2015, cioè il 13% in meno in un solo anno. Nell'analisi dei dati emergono numeri difficilmente spiegabili...come è possibile in un momento di disoccupazione galoppante, contare 11.000 dimissioni. Cioè non è che se ti dimetti trovi un altro posto di lavoro dietro l'angolo, non c'è la piena occupazione. In CGIL, la segretaria Ricci, paventa la possibilità di contratti a tempo indeterminato sottoscritti per riscuotere i contributi previsti dal jobs act, con incorporato l'accordo per le dimissioni.

Si continua a parlare delle realizzazioni delle amministrazioni locali, ma poi siamo sempre agli ultimi posti in termini di occupazione e sviluppo.

Tutti questi milioni svincolati dal patto di stabilità ed impiegati nel territorio non provocano alcun effetto diretto né stimolano alcuna produzione nell'indotto...continuiamo a soffrire sempre delle solite criticità...disoccupazione ed aumento del disagio sociale...forse bisognerebbe analizzare meglio il come utilizzarli, diversificandone l'impiego per creare ricchezza.

A presto!






Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2017 alle 08:44 sul giornale del 22 febbraio 2017 - 3501 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, vivere pesaro, voucher, notizie pesaro, Francesco Taronna, buoni lavoro, il punto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGD8

Leggi gli altri articoli della rubrica Il punto......