La grande scultura di Giuliano Vangi riqualificherà una piazza storica di Pesaro

Giuliano Vangi 2' di lettura 13/02/2017 - Finalmente anche Pesaro, la città in cui vive e in parte lavora, il grande scultore toscano Giuliano Vangi, avrà un'opera del maestro fra i più più importanti del mondo. L'opera sta per essere completata da Vangi nel suo laboratorio a Pietrasanta e nessuno l'ha vista.

Ma occorre sfatare il tabù Nemo propheta in patria, perché da tempo si parlava di una mostra di Vangi a Rocca Costanza, poi di una scultura nell'ambone del Duomo. Ma erano rimasti progetti sulla carta di Vangi. Alla fine nessuno si era fatto avanti. Ora l'assessore comunale Enzo Belloni ha dato l'annuncio, Habemus sculpturam, che abbellirà la piazzetta Mosca, la più storica della città, luogo di cultura, arte e musica.

Quindi dopo il progetto della scuola in via Lamarmora, ora è pronto il restyling di piazzetta Mosca, che ospiterà una scultura gigantesca di Vangi. Ma prima della statua la riqualificazione prevede la rifacitura della pavimentazione, gli infissi di Palazzo Mosca, verranno ridipinti gli immobili di proprietà comunale che si affaccino sulla piazza. Top secret per la scultura di cui sappiamo solo le misure: sei metri per quattro, e un'altezza di tre metri.

Da quanto trapela da vicini dello scultore Vangi, si tratta di una scultura che sarà collocata centralmente nella piazzetta Mosca, con un grande corpo maschile rivolto verso i musei e una figura femminile a cui seguono altre figure femminili sedute e fra queste una che abbraccia un uomo. Non sappiamo il titolo dell'opera, ma sappiamo che è stato il gruppo Biesse a finanziare l'opera con un contributo del comune di 200.000 euro.

Dunque la piazzetta Mosca, diventerà uno dei luoghi più qualificati, in un periodo dove le celebrazioni rossiniane si fanno sempre più vicine e ricche di iniziative. Presto inizieranno le procedure di gara e, parola dell'assessore Belloni, l'intervento sarà realizzato a breve, si parla della tarda primavera.

Intanto il vicino corso II settembre è stato liberato da transenne, perchè i lavori di riqualificazione si sono ultimati, intorno all'incrocio con via Cavour. Finito i lavori del Corsom vi è un programma fittissimo di interventi, che comprendono la manutenzione del selciato di via Sabbatini, il rifacimento di via San Francesco e non per ultimo il restyling di piazza Olivieri.






Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2017 alle 02:03 sul giornale del 14 febbraio 2017 - 3908 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Paolo Montanari, articolo, Giuliano Vangi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGoV





logoEV