Lega Nord, Paolini: "Rissa a Pesaro specchio del caos da immigrazione sempre più diffuso"

Luca Rodolfo Paolini 2' di lettura 31/01/2017 - Ennesima rissa tra extracomunitari a Pesaro. Ennesime prese di posizione più o meno scontate. Ennesima sceneggiata di arresto e liberazione. E non per colpa dei giudice, come molti pensano, ma di un sistema di leggi "buoniste" che con 4 o 5 "svuotacarceri" hanno reso impossibile tenere dentro gran parte dei delinquenti. Se Beccaria nascesse in Italia oggi intitolerebbe il suo famoso libro "dei delitti senza pene".

Quel che più stupisce è la ipocrisia diffusa - in primis quella dei c.d. "buoni a pagamento", che "accolgono" dietro il modesto compenso di euro 1200 al mese il cadauno, quando milioni di italiani con 900/1000 campano una famiglia. Non è per caso che certe coop l'anno scorso hanno fatto uno splendido +14% di fatturato quando l'economia nazionale arranca attorno allo 0,7% !

Guadagni stratosferici per pochi, e danni, costi e caos per il resto della collettività sotto forma di spaccio, pizzo ai parcheggi, micro-minacce, intimidazioni, occupazione di edifici, omessi pagamenti di biglietti su mezzi di trasporto e, va da sè, servizi di ogni genere a costo zero...

I rimedi possibili, a normativa vigente, sono poco più che barzellette. Ordinanze, fogli di via, videosorveglianza... Bene...e dopo che gli hai identificati, multati, diffidati, redarguiti, implorati, convocati, segnalati, intimati, che gli succede ? Nulla! Sempre liberi di fare come prima, peggio di prima, consapevolisssimi che in galera non li puoi mettere, a casa con la forza non li puoi rimandare, e che non avendo nulla da perdere dei fogli di via, diffide, sentenze, multe e ingiunzioni se ne possono fregare. Anzi, avendo il gratuito patrocinio ricorrono contro ogni cosa come mai farebbe un cittadino che dovesse pagare l'avvocato di tasca sua, intasando i ns. tribunali e gravando la collettività di ulteriori enormi spese. Il solo risultato è impotenza, frustrazione di molti...e soddisfazione dei buonisti-masochisti, che nonostante tutto dicono che va bene cosi e che bisogna far arrivare altri milioni di sbandati.

E' chiaro anche ai banchi che le soluzioni vere sono 2: bloccare i flussi, e rimettere in piedi un sistema punitivo degno di questo nome, come è altrettanto chiaro che non saranno questo parlamento di voltagabbana che pensa solo al vitalizio e questo governo non eletto dal popolo a dare ai cittadini quelle norme che appaiono ormai indispensabili per sopravvivere. Presto presidio Lega Nord di 24 ore non stop davanti Comune e Prefettura per richiamare il Governo alla urgenza e necessità di emanare, con decreto, misure di sicurezza adeguate alla situazione che si è venuta a creare a Pesaro come ovunque.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2017 alle 08:11 sul giornale del 01 febbraio 2017 - 1513 letture

In questo articolo si parla di politica, rissa, lega nord marche, luca rodolfo paolini, botte, Lega Nord Pesaro, zuffa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFYm





logoEV