Arcobaleno in Cucina: Tagliatelle vegane....gialle-rosse

Arcobaleno in Cucina: Tagliatelle vegane....gialle-rosse 13/01/2017 - Nuovo appuntamento con la rubrica Arcobaleno in Cucina. Oggi la ricetta delle Tagliatelle vegane....gialle-rosse con crema di Scarola e Capperi guarnite con Sedano e Carote in agrodolce.

Adoperare gli ortaggi di stagione in Inverno, malgrado le giornate nuvolose fuori , possono donare tanto colore in tavola! Penso anche che piano piano andiamo verso la Primavera e dunque alimentarsi con ortaggi amari aiuta ad attivare il fegato verso la depurazione. Pochi passaggi tra cotture e lavorazioni per mantenere integre le proprietà cromatiche dei singoli ingredienti e anche i valori nutrizionali. La scarola abbinata ai Capperi è un classico della cucina mediterranea.

Ingredienti per 4 persone

Per le tagliatelle bicolore:

200gr di Farina di Semola grano duro Bio
100gr di Farina di grano tenero forza 1
110gr di acqua
½ cucchiaino di Curcuma Bio in polvere
35gr di concentrato di pomodoro

Per il condimento:
½ ceppo abbondante di Scarola
10ina di capperi sotto sale
2 Carote
2 coste di Sedano
Sale Marino Integrale
Olio extravergine di Oliva
4 cucchiai di Zucchero di Canna
4 cucchiai di Aceto di Mele

Procedimento per fare le tagliatelle GIALLO-ROSSE:

Pesate le due farine e mescolatele. Poi dividetele. Sul piano di lavoro lavorate la prima parte del mix di farine (150gr totali) e aggiungete 75gr di acqua con mezzo cucchiaino di curcuma biologica in polvere. Il vostro impasto immediatamente assume un colore giallo intenso. Ottenere una palla di impasto omogeneo.

Ora lavoriamo l’impasto “rosso”: prendere l’altra parte di mix di farine sempre di 150gr totale e aggiungete , in questo caso, 40gr di acqua e 35gr di concentro di pomodoro. Mescolate bene e ottenete un bell’impasto color rosso aranciato. Fate una palla di impasto omogenea.

Ora procedere nel fare le sfoglie utilizzando la sfogliatrice o per chi ha più manualità il mattarello. Suggerisco per mantenere le tagliatelle intatte nella fase di cottura di realizzare una svoglia alta sui 3mm.

Tagliate poi le vostre tagliatelle prima infarinando bene le sfoglie e poi tagliarle a mano con il coltello tipico per le tagliatelle, con la punta quadrata e la lama molto alta.
Infarinate bene le tagliatelle e adagiatele su un vassoio di carta a matassine.

Per il condimento:
Lavate la scarola e mettetela a cuocere in una pentola con acqua. Far cuocere a fiamma media per una 20ina di minuti. Scolare e frullare con un pochino di olio extravergine, sale marino integrale e i capperi precedentemente lavati per eliminare il sale in eccesso.

Pelare le carote e tagliarle a rondelle con una mandolina. Farle saltare in una padellina con un po’ di olio extravergine , sale e zucchero di canna. Aggiungere dopo qualche minuto l’aceto di mele mescolare e fare evaporare l’aceto di mele. Cuocere per un quarto d’ora. Le carote non si devono appassire ma mantenere croccantezza e un bel colore arancione.

Lavare le coste di sedano e tagliarle a tocchetti. Farle saltare in una padellina con un po’ di olio extravergine , sale e zucchero di canna. Aggiungere dopo qualche minuto l’aceto di mele mescolare e fare evaporare l’aceto di mele. Cuocere per un quarto d’ora.

Cuocere la pasta: appena l’acqua bolle ( acqua precedentemente salata ovviamente !) versare le tagliatelle e farle cuocere un paio di minuti. Scolare bene e farle saltare in una padella dove c’è la nostra crema di scarola con capperi. Amalgamare bene.

Prendere il vostro piatto di portata e al centro posizionate le tagliatelle con la crema di scarola e capperi e poi , in maniera del tutto casuale, far cadere a pioggia le carote e il sedano in agrodolce.

Un piatto decisamente colorato!






Questo è un articolo pubblicato il 13-01-2017 alle 11:56 sul giornale del 14 gennaio 2017 - 1488 letture

In questo articolo si parla di attualità, ricette, vegana, articolo, arcobalenoincucina, Maria Elisa Rossi Casciaro, cucina vegetariana, Arcobaleno in Cucina, Tagliatelle vegane

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFo7

Leggi gli altri articoli della rubrica Arcobaleno in Cucina