Conquistata la salvezza, ora serve una Vuelle da play-off

basket Vuelle salvezza 30/04/2016 - Niente basket per il week end del 1° maggio. L’ultima partita del campionato si giocherà infatti mercoledì 4, alle 20:30, con le dirette TV riservate a due delle gare decisive per la permanenza nella massima serie, e cioè Reggio Emilia–Bologna e Caserta–Trento.

La terza delle sfide-salvezza sarà quella che vedrà la VL Consultinvest scendere sul parquet della Manital Torino, con i biancorossi praticamente già in vacanza, dopo la bella vittoria contro Cantù che ha consentito loro di evitare la retrocessione, ma anche obbligati, sul piano morale, a battersi comunque sul campo con la dovuta serietà professionale.

Anche perché, va rammentato, è stata proprio la formazione torinese a regalare alla Vuelle una delle peggiori serate di questa stagione agonistica, espugnando l’Adriatic Arena nella gara di andata davanti all’attonito pubblico pesarese.

Siamo certi quindi che i biancorossi ci proveranno fino in fondo a rendere pan per focaccia alla squadra di coach Vitucci, anche se una loro eventuale vittoria potrebbe tramutarsi in un prezioso regalo per la storica avversaria Virtus Bologna, che sembra attualmente la squadra più pericolante sul baratro della retrocessione.

Ma è proprio guardando la classifica di questo indecifrabile campionato che nascono i più crudi rimpianti per quanto la nostra Vuelle avrebbe potuto fare, ed invece non ha fatto, complice anche una sfiga balena. Ad una giornata dal termine dei giochi, la classifica vede infatti i biancorossi all’11° posto con 24 punti, a sole 6 lunghezze dal gruppo di squadre che si gioca i play-off con 30 punti. Se quindi la band di Ricky Paolini avesse messo in tasca appena tre vittorie in più, leggi le due casalinghe, abbordabilissime, contro Torino e Caserta e magari anche quella sfuggita per un solo punto contro Pistoia, sarebbe oggi addirittura al 6° posto, in piena corsa cioè per l’approdo alla zona play-off.

Più che comprensibile, quindi, che la società biancorossa punti a questo obiettivo per il prossimo anno, come ha tenuto a confermare anche il dott. Vitolo, dirigente nazionale della Consultinvest, dopo la decisiva vittoria conquistata contro Cantù domenica scorsa. Ma è chiaro che, per far uscire la Vuelle dalle sabbie mobili della zona retrocessione, dove annaspa ormai da tre lunghi anni, occorrerà innanzi tutto rendere disponibile un budget decisamente più elevato di quello attuale, così da poter ripartire dalla riconferma di alcuni importanti elementi del roster per la costruzione della nuova squadra.

Aumentare il numero delle ditte partecipanti al Consorzio Pesaro Basket sarebbe certamente un passo assai importante in tal senso, anche se appare un’ipotesi piuttosto difficile da concretizzare quella di fare della nostra Vuelle “la squadra non solo di Pesaro, ma di tutte le Marche”, come ha auspicato il presidente Amadori, allargando quindi il numero dei consorziati anche a ditte operanti nelle altre provincie della regione. Le vecchie rivalità con piazze cestistiche marchigiane come Montegranaro e Jesi covano infatti sotto la cenere, pur se si tratta di squadre da tempo sparite dalla massima serie del basket nazionale.

In ogni caso, lo stesso Austin Daye si è detto ben felice di restare a Pesaro, “in questa città che mi ha fatto innamorare per la sua passione per il basket”, a patto però che vi siano reali possibilità economiche per la riconferma del suo contratto. E questo vale, ovviamente, anche per gli altri componenti del roster, a cominciare dalla coppia Christon – Lacey, che dicono sia già nel mirino di squadre d’alto livello del basket europeo, come del resto anche Daye, che chiuderà quasi certamente la stagione come primo giocatore del campionato italiano per valutazione complessiva.

Insomma, dopo l’impresa salvezza comincia ora quella per costruire una nuova Vuelle da play-off, e di certo non sarà più facile da portare a termine.






Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2016 alle 10:36 sul giornale del 01 maggio 2016 - 1654 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, salvezza, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, pane basket e peperoncino, articolo, consultinvest pesaro, #TorinoPesaro, legabasket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awp8

Leggi gli altri articoli della rubrica Pane, basket e....peperoncino