Alunna del Liceo Mamiani trionfa al Campionato Nazionale delle Lingue di Urbino

29/02/2016 - Il palmares del Liceo Mamiani si arricchisce di un atro importante riconoscimento: il primo premio ottenuto dall'alunna Alessia Barbanti al Campionato Nazionale delle Lingue di Urbino nella sezione dello spagnolo.

In spagnolo direbbero “vive en el momento” ed é proprio quello che ha fatto Alessia Barbanti, alunna del quinto anno del Liceo Linguistico Mamiani che si é aggiudicata il primo premio nella sezione di spagnolo al Campionato Nazionale delle Lingue di Urbino.


Arrivata a scuola il venerdì mattina, non si aspettava di certo che da lì a poche ore sarebbe stata convocata di tutta urgenza ad Urbino e di vincere il premio finale. “Ricordo che era l'ora di fisica quando all'improvviso la Vicepreside mi ha chiamata dicendomi che dovevo preparare lo zaino e correre ad Urbino per le semifinali del Campionato delle Lingue. E pensare che ero solo una riserva!” mi racconta Alessia ancora entusiasta dell'esperienza vissuta.

Così, dopo aver messo qualcosa nello zaino, Alessia si è precipitata al Centro Linguistico d’Ateneo (CLA) dove alle ore 13.00 ha sostenuto la prima prova scritta e poi quella orale: “
si trattava di una serie di espressioni colloquiali in spagnolo, onestamente abbastanza difficili tanto che gli stessi organizzatori hanno ammesso che in spagnolo“erano stati un po' cattivi. Per la prova orale invece ho dovuto descrivere una foto e rispondere alle domande dei docenti. Non mi aspettavo niente, e invece...”.

Invece, Alessia è riuscita a qualificarsi per la fase finale della domenica. “Si trattava di un testo di scrittura creativa partendo da degli oggetti, principalmente dei sassi e delle macchinine. Io ho deciso di scrivere un testo in prosa in prima persona nel quale una ragazza curiosava in un cassetto e trovava dei ricordi di sua nonna che le ricordavano alcune scene avvenute in casa”.

Un testo in parte autobiografico che ha convinto la giuria – coordinata da Enrica Rossi - e che ha fatto vincere alla liceale il primo premio: un “assegno di studio” consistente nell’esenzione dalla contribuzione studentesca per l’iscrizione al primo anno di uno dei corsi di studio offerti dall’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo.

Il concorso, giunto alla sua sesta edizione e promosso dal Dipartimento di Studi Internazionali/ Corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e il Liceo “Raffaello” di Urbino col patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale, del Comune di Urbino e la collaborazione dell'ERSU di Urbino, ha visto la partecipazione di centinaia di studenti provenienti da tutte le scuole d'Italia che si sono sfidati non solo nella lingua spagnola, ma anche in inglese, tedesco e francese.

É stata una bellissima opportunità di confronto” ricorda Alessia. “Il sabato sera tutti i partecipanti sono stati invitati ad una cena di benvenuto presso l'Ateneo e questo è stato sicuramente il momento più bello dei due giorni passati ad Urbino. Anche se si trattava di una competizione tra di noi c'era un clima bellissimo”.

Ma cosa si prova ad essere incoronata vincitrice di un torneo così importante come quello di Urbino? “Sono rimasta piacevolmente sorpresa perché è stato tutto così improvviso! Ma dal punto di vista personale...è stata una grandissima soddisfazione! Lo scorso anno scolastico l'ho svolto in Argentina e quindi questo premio nell'ambito dello spagnolo è il riscontro che finalmente cercavo dei miei progressi linguistici!”.




 







Questo è un articolo pubblicato il 29-02-2016 alle 15:55 sul giornale del 01 marzo 2016 - 9416 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/augO