Ultimato il "serpentone" lungo il Foglia, servirà per l'irrigazione collettiva

Il presidente Netti durante la conferenza stampa 21/12/2015 - Fine anno, tempo di bilanci anche per il Consorzio di Bonifica delle Marche che questa mattina ha presentato alla stampa il quadro dei più importanti interventi svolti nel territorio regionale. Nel 2015 sono stati ultimati 3 importanti lavori di ammodernamento e ampliamento degli impianti irrigui gestiti dal Consorzio.

Il Consorzio di Bonifica delle Marche si impegna quotidianamente nel promuovere la difesa del suolo e delle zone umide dal dissesto idrogeologico, uno sviluppo equilibrato e sostenibile del territorio, la tutela e la valorizzazione della produzione agricola. Nel 2015 il Consorzio ha ultimato tre importati lavori tra cui l' Impianto irriguo media e bassa valle del Foglia costato 20.500.000 euro. L'opera ha visto la realizzazione di una condotta principale di adduzione del diametro di 1 metro per una lunghezza complessiva di 27 km., ultimata in questi giorni, e la realizzazione di un serbatoio di compenso in loc. San Leo nel Comune di Auditore.

 "Il serpentone - come lo ha simpaticamente chiamato Claudio Netti, Presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche - è lungo oltre oltre 27 km e serve per l'irrigazione collettiva, consentendo un risparmio di qualche milione di kw di energia elettrica. Un sistema, questo, che permette di sfruttare gli accumuli invernali per poterli utilizzare nei periodi di siccità."

Tra le altre opere anche l'irrigazione valle del Musone. 2° lotto 3° stralcio. ( 20.950.000 Euro) e l'ammodernamento del sistema irriguo nella valle del Tenna ed Aso (12.000.000 Euro).

"Con il programma di manutenzione ci siamo interfacciati a tutto il territorio regionale - prosegue Netti - 5.500 cittadini hanno visto nel Consorzio la possibilità di avere delle risposte. Spero che il 2016 continui nel trend che abbiamo determinato. Tra i programmi del nuovo anno è previsto anche lo sfangamento del lago della diga di Mercatale, non solo importante per recuperere una capacità di invaso, ma importante anche per fare di una criticità una risorsa. Saranno asportati 800mila metri cubi per riportare l'invaso nella condizione originale".

Il programma di interventi per il 2016 è già strutturato e oltre allo sfangamento del lago di Mercatale comprende anche: Piano Irriguo Regionale (Prima Regione in Italia che lo predispone); Ampliamento Irrigazione regionale (Passeremo da 18.000 ettari di irrigazione a 60.000 ettari); Consorzi stradali (Il Consorzio di Bonifica accompagnerà i soggetti alla creazione); Ampliamento opere in corso. Estensione irrigazione su Metauro,Esino, Misa, Potenza, Chieti Grandi vantaggi ambientali; Il Consorzio come soggetto di tutela e valorizzazione del Territorio.

Alla conferenza stampa erano presenti anche i Consiglieri regionali Andrea Biancani e Gino Traversini che hanno ribadito quanto sia importante intervenire tempestivamente sul territorio e saper dare risposte concrete ai cittadini "Tutto questo è il Consorzio di Bonifica delle Marche, la praticità di intervenire in un territorio e la necessità di dare risposte - queste le parole di Traversini - Il Consorzio non é della Regione ma, per nostra fortuna, abbiamo uno strumento che vogliamo utilizzare al meglio".

"Il Consorzio di Bonifica delle Marche é il più grande d'Italia con 900mila ettari, i numeri che hanno dato fanno capire la capacità di intervento del Consorzio, e per questo é necessario individuare una forma di collaborazione con la Regione, di indirizzo e di condono. Il Consorzio può avere un futuro importante nelle Marche, un'opportunità da cogliere e sfruttare per realizzare gli interventi che sarebbero impossibili da portare a termine. Investimenti di 60/70 milioni di euro sono impensabili per la Regione Marche."

 







Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2015 alle 13:09 sul giornale del 22 dicembre 2015 - 2181 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, rossano mazzoli, articolo, Consorzio di Bonifica delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/arRB