VivereVerde: la Violetta Africana, come prendersi cura di questa bellissima pianta

Violetta africana (Saintpaulia ionantha) 12/11/2015 - Una bella pianta da appartamento molto apprezzata per la sua fioritura che può essere indotta tutto l’anno, se esposta a luce intensa.

Violetta africana (Saintpaulia ionantha)

Un piccolo gruppo di piante perenni, appartenenti alla famiglia delle Gesneriaceae e sono originarie della Tanzania e delle foreste dell'Uzunga. La taglia delle Violette africane è variabile, quelle grandi crescono fino a 40 cm e oltre, le più comuni crescono tra i 20/40 cm. Le miniature sono di soli 7,5/15 cm di larghezza. Ne esistono anche di varietà rampicanti ed hanno un fogliame più ampio rispetto e quelle comuni, con steli pendenti che si arcuano verso il vaso. Dall'apparato radicale si sviluppa un corto fusto da cui si dipartono le foglie disposte a rosetta. Queste sono di forma quasi tondeggiante o cuoriforme, di colore verde scuro, più o meno intenso ed hanno un aspetto vellutato in quanto sono ricoperte, sulla pagina superiore, da una fitta e sottile peluria. Dall'ascella delle foglie crescono i fusti fioriferi, che formano un'infiorescenza con pochi fiori, che possono essere in base alla specie: singoli o doppi (soprattutto negli ibridi), con cinque petali stellati, con colori che vanno dal bianco al blu, al rosso e al violetto passando per tutta una gamma intermedia di sfumature.
Tra le specie più particolari troviamo:
Saintpaulia confusa o diplotricha
Saintpaulia grotei
Saintpaulia jonantha

Coltivazione

Terreno e Rinvaso

La Saintpaulia preferisce terreni soffici e ben drenanti che consentono un rapido allontanamento dell'acqua in eccesso. Possiamo utilizzare del terriccio universale unito a perlite espansa (medioperlite) reperibile nei garden o nei vivai; e aggiungiamo al fondo del vaso 2-3 cm di argilla espansa che favorisce il drenaggio dell’acqua. Il periodo migliore per il rinvaso è normalmente alla ripresa vegetativa in primavera quando il vaso è diventato troppo piccolo perché contenga la pianta, e le radici si sono sviluppate fino a riempire il vaso e spesso fuoriescono dai fori posti sul fondo del contenitore.

Esposizione
Le piante devono essere coltivate in ambiente luminoso, non al sole estivo diretto; le piante adulte riescono a vegetare bene anche in condizioni di non eccessiva illuminazione che però va a discapito della fioritura. Per quanto riguarda le temperature, fiorisce quando si mantengono intorno ai 18/25°C. In inverno la temperatura minima non deve scendere sotto i 16°C. Non tollerano le correnti d'aria fredda. Le Saintpaulia crescono bene sotto la luce artificiale (almeno 5000 lux).

Annaffiature
Annaffiare abbondantemente dalla primavera all’autunno, moderatamente in inverno, ma evitare che le radici rimangano bagnate, cercando di far asciugare bene il terriccio fra un’annaffiatura e l’altra. Cercate di annaffiare senza bagnare le foglie altrimenti si macchiano e potrebbero essere facilmente preda di muffe; usando il metodo a immersione oppure indirizzando l’annaffiatoio sotto il fogliame. Una cosa molto importante è che queste piante non amano il calcare (e l'acqua troppo fredda) per cui o si usa dell'acqua demineralizzata o piovana a temperatura ambiente, oppure si può bollire l'acqua del rubinetto in maniera da eliminare il calcare e il cloro.
Un altro espediente è di usare un secchio con acqua di rubinetto; immergiamo all’interno una manciata di corteccia di Pino a pezzatura piccola, lo stesso che si usa per le orchidee, dopo un giorno a bagno, il cloro evapora e il calcio viene neutralizzato. Rimuovete la corteccia e annaffiate la pianta. Oltre a bagnare il terreno possiamo anche riempire il pozzetto che si trova al centro della rosetta e ogni mese va svuotato per rinnovare l'acqua ed eliminare eventuali sali, residui vegetali o animali o altre sostanze che potrebbero putrefarsi e danneggiare la pianta.

Cure particolari
Andiamo a pulire la polvere e lo sporco che si accumula sulle foglie e vanno a ridurre la quantità di luce che arriva e di conseguenza nuocere la fotosintesi, il processo con cui le piante producono energia per la crescita. Se la pianta produce molte foglie e pochi fiori, nonostante la luce adeguata, forse è troppo nutrita, quindi bisogna passare a un concime a basso contenuto di azoto.








Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2015 alle 09:19 sul giornale del 13 novembre 2015 - 1926 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, fiori, Giardinaggio, vivere verde, piante, verde pesaro, massimiliano cerri, vivereverde, piante pesaro, giardini pesaro, articolo, Violetta africana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqk1

Leggi gli altri articoli della rubrica VivereVerde





logoEV