Basket: la Vuelle conquista soffrendo la prima vittoria

I tifosi della Vuelle 5' di lettura 26/10/2015 - Arriva finalmente la prima vittoria stagionale per la VL Consultinvest, che batte davanti al proprio pubblico la Virtus Bologna al termine di una gara duramente combattuta fino all’ultimo minuto.

Ma prima di stappare lo champagne sarà bene puntualizzare un paio di circostanze che non possono sicuramente essere lette in chiave positiva, nonostante i due punti conquistati dai biancorossi con lodevole impegno.

La prima è che la nostra Vuelle, al di là del risultato finale, continua ancora inspiegabilmente ad andare sulle montagne russe, giocando sempre con sorprendenti alti e bassi per tutta la partita e rischiando così di gettare alle ortiche anche lunghi tratti di gara molto bene interpretati. Basti citare, in proposito, i risultati parziali della partita: 23-7 il primo quarto, 8-22 il secondo, 21-10 il terzo e 16-24 l’ultimo quarto; per non dire del finale di gara, nel quale la Vuelle è passata in soli 3’ dal 64-48 (bomba di Ceron al 37’) al sofferto 68-63 finale, con un parziale agghiacciante di 4-15 che ha fatto sudar freddo tutto il pubblico dell’Astronave. Evidente, alla luce di quanto sopra, la scarsa affidabilità della cabina di regìa della formazione biancorossa.

La seconda riguarda invece il livello decisamente basso delle prestazioni del settore lunghi, circostanza questa che balza davvero agli occhi se si guardano le cifre della partita: i due titolari dello starting-five, Walker e Shelton, hanno segnato complessivamente la miseria di un solo canestro su azione in tutta la gara (!), ed hanno catturato, fra tutti e due, appena due rimbalzi. Non fosse stato per il “baby” Gazzotti, che invece da solo ne ha presi ben 11, forse non saremmo qui a commentare questa vittoria contro il secolare nemico bolognese, specie se si considera che alla Virtus sono stati concessi ben 17 rimbalzi offensivi.

Lo staff biancorosso, e non potrebbe fare altrimenti, è compatto nel dire che questa squadra non si tocca, che non se ne parla di tornare sul mercato. Ma la speranza di tutta Pesarobasket è che, sotto banco, si cerchi finalmente di trovare un prezioso rinforzo al roster per la lotta sotto canestro.

Sicuramente molto positive sono state invece le prove dei tre esterni biancorossi, con Mc Kissik (15 punti e 10 rimbalzi catturati) MVP della partita e con Lacey e Christon efficacissimi nell’attaccare il canestro in penetrazione, anche se nel tiro pesante il migliore è stato Marco Ceron (2/2 per lui), che ha segnato la triple decisiva per mettere al sicuro, o quasi, la vittoria a 3’ dal termine.

Insomma, rimane indubbio il carattere decisamente perimetrale di questa Vuelle, che fonda la sua manovra offensiva quasi esclusivamente sui giochi in velocità delle guardie, con troppo pochi passaggi efficaci sotto canestro per le conclusioni dei lunghi. Ne scaturisce un basket eccessivamente individualista, con la palla mossa senza la dovuta lucidità e con troppa sofferenza in fase di costruzione del gioco, specie contro difese molto aggressive a tutto campo (17 palle perse in questa gara, alcune delle quali anche su rimessa dal fondo!). Come dire: playmaker vero disperatamente cercasi.

E adesso veniamo alla conferenza stampa dopo-partita, con Ricky Paolini che tira un sospiro di sollievo per la sofferta vittoria: “Dobbiamo vincere ogni partita quattro o cinque volte per riuscire ad incassare alla fine i due punti in classifica. Il fatto è che non siamo ancora capaci di gestire al meglio le diverse fasi della gara, e soprattutto di rallentare il ritmo di gioco e di controllare bene la palla quando abbiamo acquisito un buon vantaggio. Abbiamo comunque evidenziato in questa partita un consistente miglioramento in fase difensiva, soprattutto nel primo e nel terzo quarto, anche se negli altri due siamo sicuramente calati come intensità e concentrazione, cosa questa che dovremo imparare ad evitare assolutamente”.

Chiediamo al coach di commentare le prestazioni davvero scarse di Walker e Shelton, ma Paolini taglia corto: “Non parlerò dei singoli. E di certo non torneremo sul mercato. Dobbiamo far migliorare i nostri giocatori, non cambiarli. Continueremo a lavorare forte per limitare le palle perse ed i troppi rimbalzi offensivi concessi, ed anche per costruire meglio i nostri giochi d’attacco, con più rapidi movimenti della palla e meno individualismi. Ma il fatto di aver vinto una sfida così difficile, nonostante i troppi regali fatti ai nostri avversari nell’arco di tutto l’incontro, deve darci fiducia per il futuro della nostra stagione agonistica”.

Sull’altra sponda, coach Valli è di poche parole: “Eravamo senza il nostro pivot titolare Pittman e con Allan Ray non ancora al meglio della forma dopo la lunga assenza per infortunio. Così abbiamo avuto un buon rendimento solo in fase difensiva, con un aggressivo pressing a tutto campo, mentre in attacco abbiamo sbagliato tiri anche ad un centimetro dal canestro. Alla fine ha avuto la meglio la Vuelle, grazie alla sua buona rapidità di gioco ed al suo atletismo. Ma, lo ripeto, forse le cose sarebbero andate diversamente se fossimo scesi in campo al completo e tutti in buona forma fisica”.

Infine ecco anche “Mau” Walker, che commenta così la sua non soddisfacente prestazione: “Stasera ho pensato quasi soltanto a difendere, anche perché limitato un po’ dai falli commessi. So bene che dovrò lavorare ancora molto per farmi apprezzare anche sul fronte offensivo: al college il livello di gioco era infatti molto inferiore a quello del campionato italiano, e quindi riuscivo a battermi bene anche in attacco. Come squadra, dobbiamo arrivare ad ammazzare la partita quando l’abbiamo praticamente in pugno, e non concedere agli avversari di riaprirla. Ci impegneremo al massimo tutti assieme per riuscirci”.

Come dire: se son rose, fioriranno.






Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2015 alle 09:13 sul giornale del 27 ottobre 2015 - 1025 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apFh





logoEV
logoEV