Volley femminile: intervista a Maurizio Moretti, coach del Team 80 Gabicce Gradara

Maurizio Moretti, coach del Team Gabicce Gradara 03/10/2015 - Nuova stagione in serie B2 giovanile, girone F, per il Team 80 Gabicce Gradara, agli ordini di mister Maurizio Moretti. Prima tappa del campionato 2015-16, il 18 ottobre, in casa dell’avversaria Imola.

Una squadra giovane e del tutto nuova per il coach e il suo staff, che si pone come obiettivo di giocare bene e vincere. Con Moretti gli assistenti Christian Pieri ed Enrico Stefanini, il fisioterapista Andrea Arduini e il team manager Roberto Pieri.

D. Coach, il punto forte della squadra è la linea giovane, infatti anche quest’anno sono stati fatti dei cambiamenti.
R. Sicuramente io, come allenatore mi diverto o ad allenare ad alto livello o a formare delle giovani. Ho fatto nella mia carriera tutte e due le cose e qui a Gabicce il mio lavoro è prevalentemente quello di formare le ragazze relativamente giovani per lanciarle nei campionati di categoria superiore. Cosa che nei primi anni è riuscita, Cristina Coppi, ad esempio, è andata in A2. Altre giocatrici sono approdate in B1, Francesca Borelli, che era stata qui il primo anno, e la stessa Valentina Gugnali che è andata a giocare a San Giovanni in Marignano. La nostra mission qui è senz’altro quella di plasmare delle giocatrici da lanciare e cercare di inserirle nel panorama della pallavolo più importante.

D. Per i lettori di Pesaro cosa si può dire sul Team 80 che è passato dai fasti di due anni fa a una stagione come la precedente, nella quale si è pensato a salvare la categoria? E quest’anno che tipo di stagione pensi possa essere? Vi siete dati un obiettivo o ancora è presto? Volete vedere le squadre della vostra categoria o magari, conoscendo chi andate ad incontrare, vi siete resi conto di dove è l’asticella?
R. Intanto c’è da dire che la squadra del primo anno è stata una squadra straordinaria perché comunque, a parte che è stata meno giovane di quella dell’attuale Team 80, c’erano ragazze giovani che si sono dimostrate allora all’altezza della situazione, come la Borelli, ad esempio,come Conti, Battistoni. L’anno scorso la squadra era profondamente rinnovata, quest’anno è completamente nuova. Delle ragazze che ci furono il primo anno, se non sbaglio, ci sono rimaste solo le due sorelle Franchi, due ragazze locali che hanno grande esperienza ormai. Alice, che è giovane, ha finito l’anno scorso l’Under 18, ormai è al terzo anno di B2; Elena, ancora di più, e comunque ritornando alla squadra di quest’anno, questo è un gruppo molto giovane, con tante ragazze debuttanti che non hanno mai fatto il campionato di B2, anche se magari non sono giovanissime in assoluto, è una squadra completamente rinnovata; però mi sta piacendo, perché si applica bene in palestra, ha una mentalità giusta in allenamento, stiamo lavorando bene, per cui sono convinto che i risultati verranno, quali saranno non lo dissi nemmeno il primo anno.

D. La squadra di quest’anno? Avete fatto qualche amichevole che vi ha dato indicazioni su come lavorare in palestra?
R. Abbiamo giocato 4 partite, ne abbiamo vinta una e perse tre. Però al di là dei risultati, conta vedere le potenzialità della squadra, individuare il sestetto titolare e capire dove si deve lavorare. Le partite di allenamento servono soprattutto a questo, a far prendere confidenza alla squadra. Chiaramente, ripeto, i cambi sono stati tanti, per cui ci vorrà un po’ di tempo.

D. Ci puoi raccontare un attimo come è formata la tua nuova squadra?
R. Iniziamo dalle partenze, tante e significative, è partita Cristina Coppi, impegnata a Filottrano in A2, Valentina Gugnali, passata alla Batistelli San Giovanni in Marignano in B1, Giulia Fabbri, sempre in B1 ma al Riviera Rimini, mentre Elisa Scola, centrale, e Giulia Magi, libero, hanno interrotto l’attività. Il rinnovamento è stato totale. E’ arrivata Gaia Concetti, opposta, ex Snoopy Pesaro, anche se lei è di Porto San Giorgio. Ha giocato un solo anno nella Snoopy Pesaro, una ragazza del ‘95, relativamente giovane, una certezza importante della nostra squadra. Sono rimaste Eleonora Sopranzetti, del ‘96 e Margherita Lachi del ’98, che saranno le due schiacciatrici ricevitrici di questa nuova Team 80 di quest’anno. Eleonora l’anno scorso ha fatto una bellissima stagione, ci auguriamo che la ripeta, a lei sarà dato il ruolo di capitano e Margherita, anno scorso importante pedina alle finali dell’Under 18, quest’anno avrà spazio da titolare e quindi è un po’ una scommessa di questa nostra stagione. In palleggio, sono state confermate Elena Franchi e Carlotta Simoncini, le due palleggiatrici dello scorso anno, che si alterneranno in questo campionato di B2, è arrivata Sara Calisti, del ‘95, da Civitanova. Al centro linea anche più verde del solito con Alessia Ricci, del ‘99, venuta su dal settore giovanile del Gabicce, Cecilia Stecconi del ‘97, da Senigallia, Giulia Cardoni del 2000, giovanissima, da Ponterosso (Ancona). A completare la rosa, due riminesi Michela Tosi Brandi, opposta del ‘99, ex Bellaria, Silvia Cantone del ‘99, Under 18. Come ho poi detto Alice Franchi del ‘97, la chioccia, giocatrice bravissima in ricezione, molto utile nel roster della squadra, ha giocato come libero della squadra, Giulia Pierantozzi, classe ‘97, di PortoSan Giorgio, anche lei ha fatto la serie D, anche lei una scommessa, sono sicuro che si riuscirà a creare spazi importanti nella stagione di quest’anno. Ultima e secondo libero Giulia Pelinku, del ’99, proveniente dal settore giovanile del Gabicce, una ragazzina nata qui da squadre giovanili. Chiaramente dagli anni che abbiamo detto, vi sarete resi conto che tutta l’Under 18 fa parte della B2, per cui puntiamo anche quest’anno a ripetere l’impresa dell’anno scorso.

D. Successo che per una società come Gabicce è stato importante…
R. Direi di sì, perché Gabicce è arrivata all’11esimo posto in Italia, in un campionato giovanile. Penso che non ci sperava nessuno, però evidentemente stiamo lavorando bene nel settore giovanile, abbiamo raggiunto la leadership l’anno scorso nel campionato Under 18 regionale che ci ha permesso di accedere alle finali nazionali e speriamo di riconfermarci anche quest’anno. La squadra è molto buona.

D. La categoria è forte…
R. I giovani devono formarsi non nei campionati giovanili ma nei campionati di categoria più importanti. Su questo, Gabicce sta creando un bel modello perché continuamente lancia, migliora e prepara a fare diventare giocare titolari giocatrici giovani che poi si affermano.

D. Quando e dove giocherete durante il campionato 2015-16?
R. Sabato alle 21,00, nella palestra di Gradara, che è un bel impianto anche per vedere le partite. Invitiamo tutti a venirci a vedere.







Questa è un'intervista pubblicata il 03-10-2015 alle 07:00 sul giornale del 04 ottobre 2015 - 2517 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, volley, intervista, giornalista, fotografo, maurizio moretti, coach, danilo billi, Team Gabicce Gradara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoMB





logoEV