All’Ente Olivieri un “Centro di documentazione dei materiali librari e fotografici della Provincia”

Centro di documentazione dei materiali librari e fotografici della Provincia 01/10/2015 - Daniele Tagliolini: “Consentirà di non disperdere un patrimonio importante per il territorio”. Riccardo Paolo Uguccioni: “Ci faremo garanti della conservazione e consultazione”.

Creare, all’interno dell’Ente Olivieri di Pesaro, a Palazzo Almerici, un “Centro di documentazione dei materiali librari, fotografici, informativi e promozionali” prodotti dalla Provincia di Pesaro e Urbino nel corso degli anni. E’ il progetto approvato dal presidente dell’Amministrazione provinciale Daniele Tagliolini e dal presidente dell’Ente Olivieri Riccardo Paolo Uguccioni con l’obiettivo di riunire, in un unico luogo, interessanti materiali ora custoditi nella sede di viale Gramsci, nei locali di deposito del Campus scolastico di via Nanterre e nella sede distaccata di via Mazzolari.

Si tratta di volumi, brochure, riviste, quaderni tematici editati dalla Provincia per specifici progetti culturali (includendo la valorizzazione ambientale, scientifica, l’istruzione, l’educazione civica), ma anche di un fondo fotografico di promozione turistica proveniente dall’ex Ente provinciale del turismo, di materiali a stampa comunicativi, informativi, promozionali (manifesti, locandine, ecc), del fondo fotografico “Buscarino” (foto teatri del territorio provinciale) ed altro ancora. Il legame tra i due enti risale agli anni ’20 del secolo scorso, quando l’amministrazione provinciale prese in affitto dal Comune otto stanze di Palazzo Almerici per il deposito dell’Archivio Metaurense di cui era titolare. Oggi la Provincia è socia dell’Ente Olivieri ed ha due suoi dipendenti in servizio presso i Musei e la Biblioteca Oliveriana. Da qui il rapporto di collaborazione tra diversi uffici della Provincia (in primis l’ufficio cultura) e l’Ente Olivieri, che ha permesso l’elaborazione del progetto, a costo zero per i due enti avvalendosi entrambi di personale interno.

“Considerando che, con la legge di riforma delle Province, le competenze in campo culturale non sono più tra le funzioni fondamentali del nostro ente – evidenzia il presidente Daniele Tagliolini – ci è sembrato importante non mandare disperso un patrimonio che rappresenta anche le radici di questo territorio. Negli anni la Provincia ha realizzato numerosi progetti e iniziative, con un rapporto costante con i cittadini ed azioni di valorizzazione attraverso rassegne ed eventi, promuovendo iniziative editoriali, di catalogazione e digitalizzazione. L’Ente Olivieri è l’istituzione più adatta per accogliere i materiali, sia nella sua funzione di deposito legale di documenti e pubblicazioni, sia per il prestigio e riconoscimento di cui gode a Pesaro e nell’intero territorio provinciale”.

“Da anni l’Ente Olivieri – spiega il presidente Riccardo Paolo Uguccioni – opera per tutelare il patrimonio culturale proprio e quello che gli è affidato, e per favorire la crescita culturale della comunità, mediante rassegne, cicli di conferenze, mostre. Con questo progetto ci faremo garanti della conservazione e consultazione del materiale della Provincia, ipotizzando attraverso fasi successive anche un’inventariazione/catalogazione, sia cartacea che digitale, per essere messo a disposizione di tutti, offrendo una testimonianza visiva e documentale del ruolo civile esercitato in quasi 70 anni dalla Provincia. Un ulteriore servizio a cittadini e studiosi, come supporto alla ricerca e contributo a una riflessione sulle riforme in atto degli ordinamenti della Repubblica”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2015 alle 16:21 sul giornale del 02 ottobre 2015 - 843 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, provincia di pesaro e urbino, provincia pesaro, ente olivieri, Centro di documentazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoJO





logoEV