Pane basket e peperoncino: servono scelte diverse per una nuova Vuelle

Pesaro-Caserta: Vuelle salva 23/05/2015 - Pesarobasket ancora miracolata. Ma adesso è davvero ora di cambiare decisamente strada. Questo è il giudizio che si deve trarre dalla conclusione dell’ultima stagione agonistica della Vuelle, che si è chiusa con la fantastica impresa salvezza messa a segno contro Caserta, ma che parla anche a chiare lettere delle condizioni di estrema difficoltà economica in cui continua a dibattersi, ormai da tre anni, la società biancorossa.

Onore al merito dello staff tecnico e dirigenziale, che anche quest’anno è riuscito ad evitare l’affondamento nella serie inferiore nonostante avesse a disposizione il budget più basso del campionato. Però è chiaro che non si può andare avanti così, con retrocessioni evitate sempre al foto-finish, perché anche il buon dio dei cestini finirà per stancarsi di salvare Pesaro per il rotto della cuffia con il miracolo dell’ultima giornata.

Alla fine del campionato scorso, in casa biancorossa si era parlato chiaro: non si dovrà più ripetere una stagione così critica, sempre giocata sull’orlo del burrone. E sembrava che l’arrivo del tanto atteso main-sponsor potesse davvero riportare tranquillità, se non proprio agiatezza, alla nostra Vuelle. Di sicuro la Consultinvest ha dato un contributo apprezzabile, sia in termini economici che di immagine, per garantire l’affidabilità della società biancorossa, che ha sempre puntualmente rispettato tutti gli impegni di carattere fiscale e contributivo previsti dai regolamenti in vigore, ma non ha potuto comunque innalzare in misura sostanziale le disponibilità finanziarie del club.

E allora la chiave della risoluzione dei problemi Vuelle non può che essere cercata nell’allargamento del Consorzio Pesaro Basket a nuovi co-sponsors, come ha tenuto a sottolineare lo stesso presidente Luciano Amadori, e, perché no, anche in un sia pur limitato aumento dei contributi economici offerti dai singoli partecipanti. Se poi anche il main-sponsor riuscisse a mettere a disposizione della società un finanziamento più importante, visto che, come disse lo stesso Vitolo, “la Consultinvest vuole metterci la faccia”, si potrebbe davvero sperare in una Vuelle finalmente diversa da quella annaspante degli ultimi anni.

Fermo restando che, come non ci stancheremo mai di ripetere, per costruire una squadra non conta solo QUANTO si spende, ma soprattutto COME si spende. Basta quindi coi rookies spaesati d’oltre oceano, per quanto talentuosi possano promettere di essere: per formare il nuovo roster si punti essenzialmente su “usati sicuri”, su giocatori cioè già visti in Europa, pur se di livello non trascendentale, ed anche su ragazzi italiani ben decisi a decollare nella loro carriera cestistica, che non è detto che costino poi molto di più dei vari Reddic, Myles o Williams, i veri “flop” dell’ultima Vuelle.

La dirigenza biancorossa, in attesa di conoscere le reali disponibilità economiche da utilizzare sul mercato, sta comunque già lavorando alla costruzione della nuova squadra: Lorant è infatti già stato riconfermato in biancorosso, come prevedeva il suo contratto in caso di raggiunta salvezza, ed anche con l’agente di Wally Judge si potrebbe giungere ad una positiva conclusione della trattativa, sia pure con un notevole aumento di costo, ma questi sarebbero sicuramente soldi ben spesi, viste le doti di talento e di personalità del giocatore.

Tutto il resto del gruppo è invece ancora da costruire, ma il presidente Costa rammenta che è bene non aver fretta: chi sa attendere finisce per ottenere giocatori ugualmente validi a prezzi decisamente inferiori. E ancora siamo a maggio, mica ad ottobre. D’accordo con Ario, ma l’importante, lo ripetiamo, sarà guardare più al basket europeo che alla NCCA per trovare le perle più preziose. Anche se saranno nascoste sotto la sabbia.






Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2015 alle 10:22 sul giornale del 24 maggio 2015 - 1883 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, pane basket e peperoncino, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajP2

Leggi gli altri articoli della rubrica Pane, basket e....peperoncino