Risanamento CNA: proposte respinte dai sindacati, si valutano possibili soluzioni alternative

Moreno Bordoni, segretario provinciale della CNA 04/03/2015 - In merito alle recenti notizie apparse sulla stampa circa la situazione della CNA di Pesaro e Urbino, l’Associazione provinciale intende fare chiarezza rispetto al mancato esito positivo della vertenza sindacale.

Nei giorni scorsi la dirigenza provinciale aveva formulato una proposta per mettere in sicurezza il bilancio 2015 e per proseguire sulla strada del risanamento aziendale. Una proposta seria ed equilibrata che prevedeva l’utilizzo di ammortizzatori sociali e una riduzione volontaria degli stipendi (dal massimo livello dirigenziale a scendere) e che prevedeva una rinuncia da parte dei redditi più alti, pari a 6 volte quella dei redditi del 70% dei dipendenti. Tale proposta avrebbe permesso un risparmio annuo considerevole che - unito agli sforzi che si stanno facendo e si continueranno a fare con il piano industriale - avrebbe potuto inoltre consentire il mantenimento per l’anno in corso di tutti i posti di lavoro.

Nonostante ciò la proposta avanzata dalla dirigenza CNA è stata respinta da due delle tre sigle sindacali di rappresentanza dei lavoratori (CGIL, UIL), mentre è stata presa in considerazione dalla sola CISL.

Questo inspiegabile rifiuto di parte dei sindacati coinvolti nella trattativa ha messo nelle condizioni la Direzione e la Presidenza provinciale della CNA di Pesaro e Urbino di dare pieno e ampio mandato al Segretario provinciale, e ai suoi più stretti collaboratori, per verificare tutte le possibili soluzioni alternative (compresa purtroppo una valutazione sul personale in esubero). Azioni che possano consentire di mettere in sicurezza i bilanci dell’associazione e proseguire così quell’attività di risanamento della CNA provinciale già avviato con successo da alcuni mesi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2015 alle 09:34 sul giornale del 05 marzo 2015 - 1061 letture

In questo articolo si parla di economia, CNA Pesaro, moreno bordoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agft