Pane, basket e....peperoncino: Vuelle a caccia di conferme contro Avellino

Vuelle 07/02/2015 - Una Vuelle che ha cambiato faccia. E che, almeno si spera, sta finalmente cambiando anche strada. Questo il responso che è uscito dall’ultima prestazione dei biancorossi, capaci di battere brillantemente fuori casa una squadra comunque combattiva ed in cerca di resurrezione come Varese.

Adesso però viene il bello. Perché se non è stato di certo facile espugnare il Palas di Masnago, altrettanto difficile sarà per i nostri, domani sera, espugnare l’Adriatic Arena, dove la Vuelle non vince, udite udite, da ben due mesi e mezzo. E l’avversario di turno, la Sidigas Avellino, scenderà sul parquet pesarese reduce da tre sconfitte consecutive, e quindi ferocemente affamata di vittoria.

Non tragga in inganno, sarà bene sottolinearlo, il momento non brillantissimo che sta attraversando la formazione di coach Vitucci: la Sidigas, con i suoi 18 punti in classifica, è infatti ancora in zona play-off, e sarà fra le squadre che disputeranno la Beko Final Eight fra due settimane, una quindi delle prime 8 del girone di andata.

E non è finita: in maglia avellinese si presenteranno al loro vecchio pubblico ben tre ex-biancorossi, Anosike, Trasolini e Cavaliero, ragazzi assai stimati e benvoluti dall’intera Pesarobasket, che di certo ce la metteranno tutta per non fare figuracce davanti alla tifoseria pesarese.

Oltre alle forti motivazioni che animeranno i tre, Avellino potrà contare sulla grande voglia di riscatto di tutto il roster, nel quale emerge, soprattutto per efficacia offensiva, la coppia di esterni Gaines – Banks, il primo playmaker di indubbia capacità ed esperienza, il secondo shooting-guard micidiale nei giochi in penetrazione (9 falli subìti e ben 17 tiri liberi guadagnati nell’ultima gara contro Cantù).

Se ci mettiamo anche un forward come Harper, in grado di sfruttare al meglio il pick-and-pop col suo ottimo tiro da tre punti, e due guerrieri dell’area pitturata come Hanga e Lechthaler, tostissimi in difesa e nella lotta a rimbalzo, ben si comprende come non sarà davvero un gioco da ragazzi per la band di Ricky Paolini tornare alla vittoria sul parquet di casa contro questa Sidigas.

Ma per fortuna quella che scenderà in campo non sarà la sconclusionata Vuelle del girone di andata. L’innesto di Wright e di Lorant nel roster ha permesso alla squadra di ricompattarsi attorno ad un asse play-pivot che era totalmente mancato nella formazione di inizio campionato, ed il rientro sul campo di Anthony Myles dopo la lunga assenza per infortunio consentirà a coach Paolini di gestire al meglio quei giochi perimetrali che rimangono comunque l’arma migliore dei nostri. Ci si attende ora una decisa crescita di efficacia offensiva da parte di Judge, che si vedrà finalmente servire palloni giocabili su un piatto d’argento da un regista come Wright, mentre da Ross dovranno arrivare risposte in positivo anche come interprete della manovra collettiva e non solo come finalizzatore del gioco d’attacco. Le micidiali triple di un ritrovato Musso ed il contributo, soprattutto difensivo, di combattenti generosi come Raspino e Crow saranno ulteriori armi che la nuova Vuelle potrà sfruttare per risalire la china dopo un deludente avvio di stagione.

Ma fondamentale sarà per la squadra biancorossa riacquistare definitivamente quella fiducia in se stessa, anche nei momenti più difficili delle partite, che già si è potuta apprezzare nella vittoria di Varese e che tutto il pubblico di Pesaro si attende di poter finalmente ammirare. Forza Vuelle: sbanca anche l’Adriatic Arena!






Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2015 alle 07:00 sul giornale del 08 febbraio 2015 - 2231 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, avellino, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, lega basket, Alberto Pisani, pane basket e peperoncino, rubrica basket, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ae4u

Leggi gli altri articoli della rubrica Pane, basket e....peperoncino





logoEV