Volley: le Pantere hanno la meglio sulle Colibrì: 3 a 1 e tanto agonismo al Palaverde

kgs pesaro 03/03/2013 - La KGS esce sconfitta dal Palaverde per 3 a 1. Le Colibrì lottano su tutti i palloni in difesa ma in attacco sono troppo dipendenti da Moreno Pino (24 punti). Quarto set al cardiopalma con break e contro break che alla fine premiano le Pantere più lucide nei momenti caldi e con più soluzioni a rete.

Nella settima giornata del girone di ritorno, le Colibrì sono ospiti al Palaverde delle Pantere che forti di tre vittorie consecutive e di una settimana di riposo, sono più cariche che mai. La KGS invece deve ritornare in carreggiata dopo il 3 a 0 contro Bergamo, risultato che, anche se un po' severo nei confronti delle bianco-rosse, ha relegato nuovamente la formazione pesarese nelle ultime posizioni.

Avvio equilibrato con Conegliano che prova il primo allungo grazie a Barazza efficace sia a muro che in attacco (8-6). Mentre l'attacco di Pesaro si tiene a galla soprattutto con Moreno Pino, l'Imoco può contare sui punti di Nikolova e Barazza che chiude anche il punto del 16-15. Al ritorno in campo, nonostante un po' di confusione nella copertura muro, la KGS rimane a stretto contatto, anche le padrone di casa sono sempre due lunghezze avanti (21-19). Il finale si gioca sui cambi palla e il break arriva grazie a Barcellini che sigla anche la palla del 24-20. Dopo il time out richiesto da Pistola, chiude Nikolova alla prima occasione.

Nella seconda frazione la KGS entra in campo trasformata e parte forte con Muresan che costringe Gaspari al time out tecnico (0-3). Calloni a muro prova la rimonta, ma la difesa della KGS è davvero molto attenta e quindi le Colibrì allungano ancora grazie a Tirozzi (3-8) che al rientro in campo continua a colpire forte sul Tarflex. I punti bianco-rossi partono sempre da un'ottima difesa sugli attacchi avversari che permette poi a Signorile di ricostruire al meglio per le sue schiacciatrici (8-14). La partita si riapre però sfruttando un black-out di Pesaro che non riesce più a chiudere a muro Barcellini (15-17). Il pari arriva con il muro di Barazza e con l'errore in attacco di Tirozzi (19-19). La KGS torna avanti grazie a Moreno Pino e Muresan (19-22), ma il centrale giallo-blu ferma subito l'allungo bianco-rosso. L'errore di Tirozzi e poi il muro di Nikolova su Moreno Pino riaprono il set proprio sul rush finale (22-23). L'errore in battuta delle pantere danno il set ball a Pesaro; l'attacco out di Fiorin regala il punto decisivo alla KGS (22-25).

Il trend positivo delle bianco-rosse continua anche in avvio del terzo parziale: sul 1 a 4 Gasperi è costretto a chiamare il time-out e al ritorno in campo le Pantere rispondono bene alle indicazioni del loro tecnico e si riportano subito sotto. L'ace di Barcellini dà il 5 pari e sempre sul suo servizio le Pantere ribaltano la situazione (7-5). Sotto pressione, la KGS sbaglia tanto e le padrone di casa non si lasciano sfuggire l'occasione per ribadire il vantaggio (11-9). Nikolova sale sugli scudi e trascina le padrone di casa fino al secondo time out tecnico (16-12). Se da un lato però Pesaro fatica a trovare il punto, Fiorin e Nikolova rispondono sempre presente alle chiamate di Camera e Conegliano vola sul 21-15 dopo l'errore di Moreno Pino. Sul massimo vantaggio di +7, le padrone di casa non si guardano più indietro e chiudono questo parziale sul 25-17.

Le due squadre si sfidano a suon di cambi palla senza che nessuna delle due prenda l'iniziativa per allungare (4-4). Pesaro ci prova con la solita Moreno a cui però risponde Nikolova (7-8) Con il muro di Barcellini su Moreno Pino le due squadre si ritrovano in parità (8-8). Ma è Muresan a rompere nuovamente l'equilibrio sul turno di servizio di Tirozzi (8-10). Il pesante controbreak di Conegliano arriva sul turno di servizio di Camera e grazie ad una scatenata Barcellini (12-10). Pesaro non mola e l'ace di Gibbemeyer riapre il tutto: l'attacco punto di Moreno Pino e il muro di gib costringono Gaspari a richiamare le sue dopo un break di 4 punti (12-14) che prosegue poi con Manzano - sul primo tempo di Barazza e poi ancor Muresan su Barcellini (12-16). Il set è molto altalenante con break e contro break e continue interruzioni con i time-out discrezionali: Nikolova riapre infatti i giochi sfruttando le mani out di Muresan sul 16-16. Si procede punto a punto ma con tanti errori da un lato e dall'altro della rete. L'equilibrio dura fino al 20-20, poi l'errore di Moreno Pino dà il nuovo vantaggio alle Pantere. Signorile continua a chiamare Moreno Pino in causa in questi ultimi scambi ma Nikolova legge bene l'attacco dell'opposto bianco-rosso e porta a casa il primo match point. È proprio lei che chiude il punto numero 25 che permette a Conegliano di aggiudicarsi tre punti e prendersi il terzo posto in classifica davanti a Villa Cortese e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza.

IMOCO CONEGLIANO – KGS VOLLEY PESARO 3-1 (25-21, 22-25, 25-17, 25-20)
IMOCO CONEGLIANO: Agostinetto ne, Barazza 14, Maruotti ne, Fiorin 11, Daminato, Camera 2, Zanotto, Rossetto (L), Calloni 6, Nikolova 23 , Crozzolin, Barcellini 16. All. Gaspari
KGS PESARO: Moreno Pino 24, Valpiani, Gibbemeyer 10 , De Gennaro (L), Lestini ne, Manzano 5, Chirichella ne, Dékány, Signorile 1, Tirozzi 9, Muresan 17. All. Pistola
STATISTICHE SQUADRA: KGS: Battute: errori 8, punti 1. Ricezioni: errori 10 , positiva 76% , perfetta 40% . Attacchi: errori 18, murati 9, punti 54. Muri 11. IMOCO: Battute: errori 5, punti 5. Ricezioni: errori 5, positiva 76%, perfetta 46 %. Attacchi: errori 11, murati 11, punti 58 . Muri 9.





Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2013 alle 20:17 sul giornale del 05 marzo 2013 - 1189 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, isabella agostinelli, kgs pesaro, campionato 2012-13

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/J0X