Comuni in fuga in Emilia Romagna: D'Anna 'Chi è causa del suo mal pianga se stesso'

GIANCARLO D'ANNA 1' di lettura 19/04/2012 - Non fa piacere sapere che altri due Comuni sono pronti a lasciare la Provincia di Pesaro-Urbino. Questa nuova dipartita, oltre ad essere dolorosa, smentisce clamorosamente lo slogan della Provincia della Felicità una trovata propagandistica smentita dal disagio di chi è pronto a seguire gli altri comuni della Valmarecchia in Romagna.

Non è più felice neppure il Presidente della Provincia Ricci che al pari del suo predecessore passerà alla storia per essere stato incapace di rispondere a quei bisogni di parte del suo territorio tanto da provocarne l'esodo verso l'Emilia Romagna. Di cosa si lamenta poi Ricci se anch'egli guarda con sguardo benevolo a Nord verso la Romagna tanto da investire sull'aeroporto di Rimini piuttosto che su quello di Falconara? No ha con quell'operazione avallato un principio, una scelta di esodo verso il nord?

Non si arrabbi dunque con altri se non con le amministrazioni provinciali che si sono susseguite nel corso dei decenni e che hanno continuato ad imporre scelte non condivise che portano conseguentemente al distacco non solo dalla politica ma ma anche dalla provincia e dalla regione.

Il prossimo capitolo è quello legato alla questione dell'Ospedale Unico e della città metropolitana Pesaro-Fano concentrando i servizi sulla costa e abbandonando ancora di più l'entroterra si moltiplicheranno le richieste di secessione non solo verso la Romagna ma anche verso l'Umbria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2012 alle 17:11 sul giornale del 20 aprile 2012 - 1048 letture

In questo articolo si parla di politica, matteo ricci, montecopiolo, Giancarlo d'anna, sassofeltrio, emilia romagna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xY7