Volley: la Scavolini vince facile contro Castellana e mantiene la vetta

scavolini volley 17/01/2010 -

La Scavolini si aggiudica la seconda partita di ritorno contro Castellana per 3 a 0 e mantiene la vetta della Findomestic Cup.



Castellana pur occupando la terzultima posizione in classifica è una di quelle squadre che è meglio non prendere sotto gamba: ne sa qualcosa Jesi che ha rischiato di uscire sconfitta dallo scontro contro le pugliesi.


La Scavolini è invece reduce da due vittorie nette tra campionato e Champion League: “Sono contenta di come sia iniziata questa seconda parte di campionato soprattutto perché finalmente siamo uscite da un brutto periodo di infortuni che ci avevano condizionato nella prima parte” ­– ha commentato Senna Usic a fine gara – “e poi ora mi sono integrata all’interno degli schemi della squadra ed è molto bello giocare in una società che ha tanta voglia di fare. Ho visto i mie miglioramenti partita dopo partita e ora che anche l’infortunio è passato posso dare il mio contributo”.

Per la Scavolini buon inizio per Garzaro (11 punti e 3 muri) che conclude subito due punti in attacco; male invece capitan Guiggi (9 punti 4 muri) che fatica sia a muro che in attacco. Per Castellana è invece Soninha (7 punti) a dettare i ritmi in attacco. È comunque una Scavolini troppo fallosa e poco lucida sia in difesa che in attacco. Vercesi a bordo campo cerca di dare forza alle sue ragazze e Guiggi risponde con due muri vincenti consecutivi che danno il vantaggio a Pesaro sul 16 a 14. La Scavolini che torna in campo dopo il secondo time out tecnico è la vecchia Pesaro che tutti conoscono, precisa in tutti i fondamentali e con il sorriso sulle labbra. I troppi errori di Castellana in battuta permettono poi alle Colibrì di allungare sul 21 a 16, ma Castellana non è mai doma e si riporta sotto proprio quando Pesaro sembra ormai essere con le mani sul set. L’ultima palla va come sempre a Costagrande che non delude: 25 a 23.

Nel secondo set Pesaro parte forte e vola sul 10 a 3 grazie anche con un ace di Senna Usic e gli errori in attacco di Castellana che sembra avere maggiori di difficoltà nel ricostruire il suo gioco su Soninha . Il libero pugliese, Sansonna, deve così fare gli straordinari ma Castellana non riesce a ricucire il gap che si mantiene di 7 lunghezze. Garzaro continua a giocare un ottimo match si in fase d’attacco e di muro. Anche per capitan Guiggi continua il momento positivo e Donato è costretto a chiamare il time out tecnico che però non risolleva le sorti della sua squadra. Usic guadagna il primo set point che Pesaro si aggiudica grazie all’errore in attacco di Soninha. 25 a 17 e 2 a 0 per le bicampionesse d’Italia.

Nel terzo parziale Saccomani e Mari entrano al posto di Usic e Ferretti – un po’ di riposo in vista anche degli impegni di Champion per le due titolari - ma il risultato non cambia: 4 a 0 tutto d’un fiato. Garzaro continua a giocare su alti livelli mettendo a segno anche un ace. Con l’uscita di Ferretti i ritmi in campo diventano più blandi e Castellana sembra aver mollato la presa. La Scavolini si porta così sull’ 12 a 4 senza troppo dispendio di energia. In campo sembra esserci solo una squadra e Angelo fa ruotare le sue giocatrici: in campo così anche Martina Boscoscuro che esordisce con uno spettacolare recupero che permette a Pesaro di siglare il 18 a 8. La partita non ha più storia e senza troppo tumulto Pesaro si aggiudica anche il terzo set con due errori di Castellana.

3 punti facili che permettono alle pesaresi di non sprecare troppe energie: per volare in Polonia per l’ultima partita di Champion partenza all’alba e poche ore di riposo. E le Colibrì si giocheranno il primato nel loro girone.








Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2010 alle 22:08 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 1404 letture

In questo articolo si parla di isabella agostinelli, scavolini volley