Concessioni demaniali, Confcommercio: no a proroghe da parte del Governo

spiaggia affollata 05/11/2009 - NO alla modifica dell’art 37 del Codice della Navigazione. NO alla messa al bando con aste pubbliche delle concessioni demaniali. NO a proroghe da parte del Governo in attesa di adeguarsi alle direttive europee.


E’ questa la posizione della Confcommercio e delle aziende che operano in regime di concessione demaniale scaturita dalla Assemblea tenutasi alla Fiera della Pesca per manifestare il proprio disappunto e contrarietà al modo in cui il Governo sta affrontando la procedura d’infrazione contro l’Italia aperta dalla Comunità europea.



Una posizione comune di tutte le Associazioni di categoria espressa per voce del Presidente Regionale SIB-Confcommercio Enzo Monachesi di fronte ad oltre 300 operatori. Monachesi ha ribadito, alla presenza dell’Assessore al turismo Solazzi, l’importanza del settore nell’offerta turistica regionale, la vitalità di un comparto che continua ad investire e creare occupazione pur in un momento di grande difficoltà economica e di incertezza amministrativa.



Con forza è stato sottolineata la ferma contrarietà alla possibilità delle aste pubbliche in cui le aziende da noi rappresentate sarebbero facilmente sconfitte dinanzi agli interessi dei grandi gruppi. Vivo apprezzamento è stato espresso all’Assessorato al Turismo delle Marche per la condivisione delle problematiche e per il lavoro svolto in sede di conferenza Stato-Regioni.



Una situazione che la categoria però sta vivendo con grande preoccupazione e che si chiede di risolvere in tempi brevi per avere quelle certezze fondamentali ad ogni imprenditore per gestire la propria attività e non pensare di aver lavorato inutilmente per una vita intera.






Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2009 alle 18:37 sul giornale del 06 novembre 2009 - 1080 letture

In questo articolo si parla di spiaggia, confcommercio





logoEV