Volley: la Scavolini supera Perugia e ora sfida Urbino

scavolini volley 09-10 28/10/2009 -

La Scavolini Volley, trascinata dalla sua punta di diamante, supera in casa la Despar Perugia per 3 a 1: una formazione ancora non al cento per cento ma che sta ritrovando tutte le sue giocatrici.



Sfida infrasettimanale in vista della pausa dal 2 al 21 novembre a causa degli impegni della nazionale maggiore; in campo Scavolini e Perugia, due squadre appaiate a 3 punti con una sconfitta e una vittoria in attivo. Entrambe cercano una vittoria per dimostrare il loro potenziale e per non distaccarsi troppo dal vertice. La Scavolini, in particolare, è chiamata a riconfermare il passo in avanti fatto in Puglia dopo la sconfitta shock contro Piacenza: ora non si può più sbagliare.


Costagrande (27 punti in totale) in sestetto iniziale assieme alla Saccomani (5 punti) , che dopo una partita sotto tono con Castellana Grotte è chiamata a riscattarsi. Ferretti serve con frequenza la sua schiacciatrice e Carolina non delude: è lei infatti a dare più ritmo all’attacco bianco rosso e a non risparmiarsi neppure in difesa. Il muro pesarese è però spesso in affanno sugli attacchi delle avversarie, che con Annamaria Quaranta (8 punti) e Maneula Leggeri (6 punti) arrivano in vantaggio al primo time out tecnico. Marinkovic e Garzaro (entrambe 10 punti e 3 muri), infatti, non hanno ancora trovato i giusti tempi e l’assenza della Fürst si fa sentire più che mai. A tamponare i difetti a muro ci pensano gli attacchi di Marinkovic, Costagrande e Guiggi (12 punti e 7 muri) che, con un muro e poi con una delle sue fast regala il primo set alla sua squadra.

Il secondo set si apre con Pesaro che cerca di sfruttare il momento positivo e si porta subito avanti per 3 a 1. Perugia però rimane concentrata in campo e dopo un time out riesce a risalire e portarsi in avanti per 6 a 8, complici anche errori in attacco della Scavolini Pesaro che dimostrano come ancora gli schemi non siano completamente oliati. Ma Perugia si smarrisce sia in difesa che in attacco e la Scavolini sempre per mano di Carolina Costagrande ne approfitta per allungare sul 16 a 13. Sul 18 a 14 Vercesi da spazio anche alla Skowronska - ancora non del tutto recuperata e accolta in campo da un vero e proprio boato del pubblico. Perugia però ritorna sotto pericolosamente e Vercesi si vede obbligato a richiamare la sua squadra. Perugia pareggia sul 18 a 18: il set si riapre quando la Sirio va in vantaggio sul 19 a 20. Ma quando Manuela Leggeri porta Perugia sul 20 a 23, è nuovamente la numero 12 bianco rossa a riportare la parità tra le due formazioni sul 23 a 23. Come nel primo set è poi capitan Guiggi a regalare i due punti finali. 2 a 0 per le padrone di casa e cambio campo.

Sotto di due set, Perugia esordisce con due errori consecutivi in battuta, ma in casa bianco rossa la ricezione di Saccomani non regge e Perugia allunga sul 2 a 7 grazie soprattutto a Zetova Antonina (24 punti e 3 muri). Vercesi prova ad inserire in campo Senna Usic (10 punti) al posto della giovane schiacciatrice di Milano. Ma la Scavolini è ancora troppo fallosa in ricezione e in copertura: Perugia va sul 16 a 24 dopo una serie davvero negativa per le ragazze di Vercesi. A ridare un po’ d’aria alla Scavolini ci pensa un ennesimo ace della Usic, che però sbaglia il punto decisivo. 17 a 25 e la partita si allunga al 4 set.

Usic parte in sestetto, e i benefici si notano subito sia in attacco che in battuta: il primo set è infatti all’insegna della giocatrice croata che confeziona subito un ace e una lunga serie di attacchi vincenti. Ma Perugia non ci sta a perdere e si riporta sotto sul 10 a 8. Ritorna a marcare il tabellino anche Carolina Costagrande, seguita a ruota dalla Garzaro: 16 a 10 per le padrone di casa. Marincovic, Costagrande e Usic continuano la striscia vincente bianco rossa: Pesaro allunga sul 20 a 12. La Zetova prova a far rinascere la sua squadra ma Usic è davvero implacabile: 23 a 14. Carolina in pipe ottiene il primo match point per la sua formazione e la Scavolini chiude sul 25 a 15.

Certo siamo contenti di questa vittoria ma quella di oggi non è ancora la Scavolini che io voglio vedere. Potevamo vincere 3 a 0 ma ci siamo distratti. Oggi il muro e la ricezione hanno funzionato bene, ma è stata la battuta la nostra arma. Anche se non abbiamo ottenuto molti punti con questo fondamentale, però abbiamo fatto delle scelte tattiche molte efficaci”.

Appuntamento per il derby la prossima domenica in casa di Urbino, vincitrice 3 a 0 su quella Piacenza che ha regalato la prima delusione in questo campionato a Pesaro. Ma le colibrì, dopo questa vittoria, sono pronte a volare di nuovo.


SCAVOLINI PESARO - DESPAR PERUGIA 3-1 (25-19, 25-23, 20-25, 25-15)

Scavolini Pesaro Usic S. 10, Garzaro 10, Mari ne, Wijnhoven (L), Skowronska, Saccomani 5, Marinkovic 10, Ferretti 3, Boscoscuro, Costagrande 27, Usic M. ne, Guiggi 12 - All. Vercesi

Despar Perugia Lehtonen 13, Quaranta 8, Leggeri 6, Zetova 24, Weiss, Dushkyevich 11, Casillo ne, Arcangeli (L), Pincerato 1, Agostinetto ne, Vasileva 1, Medaglioni ne, Klug ne - All. Sbano










Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2009 alle 22:53 sul giornale del 29 ottobre 2009 - 1953 letture

In questo articolo si parla di sport, isabella agostinelli, volley, scavolini volley, scavolini volley 09-10





logoEV