Ecco il nuovo libro su Giovanni Sforza

23/09/2009 - Venerdì 25 settembre 2009 alle ore 18,30 nell’auditorium di palazzo Montani (piazza Antaldi, 2 – 61121 Pesaro) il prof. Marco Pellegrini, docente di Storia moderna e di Storia del Rinascimento all’università di Bergamo, presenta il volume Vita di Giovanni Sforza (1466-1510) di Francesco Ambrogiani, numero sei della collana “Pesaro città e contà // Link”.

Dei signori Sforza del ramo pesarese, Giovanni è quello più controverso: già marito di Lucrezia Borgia – il matrimonio viene annullato per volontà del padre di lei, Alessandro VI Borgia – Giovanni viene espulso dal suo dominio nell’ottobre del 1500 da una sollevazione popolare pochi giorni prima che vi sopraggiunga l’esercito di Cesare Borgia, per tre anni vive in esilio tra Venezia e Mantova; poi nel settembre 1503, alla morte di Alessandro VI, recupera la signoria, cosa che getta nel terrore i protagonisti della rivolta di tre anni prima, e in effetti per alcuni anni la vita politica pesarese è contrassegnata da confische, repressioni e condanne a morte, di cui l’esecuzione di Pandolfo Collenuccio, nel luglio 1504, non è che un episodio, anche se forse il più celebre. Così la sua “fortuna” presso i posteri è a lungo contrassegnata da sentimenti di condanna: “ingordo del sangue de’ suoi sudditi” lo definirà tre secoli più tardi Domenico Bonamini.

Il lavoro di Francesco Ambrogiani, senza cedere alle correnti mode revisionistiche, propone una visione più equilibrata di un principe rinascimentale che gioca le sue carte sullo sfondo difficile e complicato delle cosiddette guerre d’Italia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2009 alle 12:49 sul giornale del 23 settembre 2009 - 1273 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di cultura, Società pesarese di studi storici