Calcio a 5: martedì a Pesaro i vincecampioni del Montesilvano

14/09/2009 - Mamma mia che occasione. Martedì alle ore 20 le porte del palaFiera di Campanara si apriranno per i vicecampioni italiani del Montesilvano. Un\'occasione per assistere live alle giocate uniche di chi col pallone tra i piedi ci sa fare veramente. Un\'occasione per il Pesaro Five targato Italservice che avrà la possibilità di saggiare potenzialità e ambizioni in un\'amichevole che comunque andrà a finire sarà un successo.

Montesilvano e Pesaro Five, due società che nel passato recente e recentissimo si sono incrociate per via di qualche calciatore. Antonio Tomasetto ha giocato alla corte di patron Antonio Iervolino (nella foto tratta dal sito www.cittadimontesilvanoc5.com) lasciando ottimi ricordi. Idem per Deco Vicentini che non gioca più a Pesaro ma che idealmente fa parte ancora della grande famiglia biancorossa di patron Mercantini e dei vice Luponio e Cerreti. E poi c\'è Melo, che non è il Felipe della Juve ma Jonathas, un ragazzino di belle speranze appena arrivato all\'ombra della Palla di Pomodoro dopo essere passato proprio per l\'Abruzzo e per la provincia di Pescara.
\"Tomasetto è una persona squisita - lo ricorda Iervolino - oltre che un ottimo calciatore. Un ragazzo stupendo che ricordiamo con piacere al pari di Deco che sarà per sempre nei nostri cuori visto che è stato il primo straniero della storia della nostra società. Siamo stati noi a inoltrare le pratiche per fargli ottenere la cittadinanza italiana quando come club eravamo giovane\".

Se al presidente del Montesilvano parli di Jonathas Melo lui lo loda apertamente: \"Se non fosse andato a Pesaro sarebbe rimasto nella nostra rosa di serie A. E\' un ottimo acquisto per Pesaro, un lusso per la serie B\".

Estendendo il discorso, quali gli obiettivi del Montesilvano per la stagione che inizia il prossimo mese?
\"Abbiamo costruito una squadra almeno per ripetere la stagione passata consci, comunque, che si è trattato di un miracolo sportivo. Vincere lo scudetto? Ce la giochiamo con le altre due venete (Marca Trevigiana e Luparense), anche se pure Pescara ha fatto un\'ottima squadra. E poi c\'è Napoli che è ancora sul mercato. Con un ultimo acquisto di valore potrebbe fare il salto definitivo\".

Un salto che il Montesilvano ha già fatto da tempo. Dopo la coppa Italia del 2007 alzata al cielo, l\'anno passato è stata finale scudetto. Come migliorare una simile realtà? \"Abbiamo mantenuto l\'ossatura della squadra - rivela Iervolino - inserendo alcuni elementi come Mammarella, portiere proveniente dal Chieti, Calderolli (acquistato dalla Lazio) e Borruto dal Napoli\". Elementi di assoluto valore che, assieme agli altri che già vestivano la maglia degli abruzzesi, rendono l\'amichevole di martedì un evento per il calcio a 5 pesarese e per lo sport più in generale. \"Anche per noi sarà un test importante - chiosa Iervolino -. Dopo esserci allenati solo una settimana, sarà l\'unica amichevole che disputeremo a ranghi completi visto che Mammarella, Calderolli e Marcio Forte (uno dei migliori giocatori che calcano i parquet italiani, ndr) partiranno con la nazionale per il Giappone\". Che spettacolo. Vietato mancare. Segnarsi la data di martedì 15 agosto e le ore 20 sul taccuino. Il padiglione D di Campanara è pronto a luccicare.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2009 alle 16:47 sul giornale del 14 settembre 2009 - 1849 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, pesaro, calcio a cinque





logoEV