Basta inerti al porto, a settembre la legge sulle attività estrattive

mirco ricci 14/08/2009 - “Basta con l’arrivo di navi piene di inerti al porto di Pesaro, la modifica della legge sulle attività estrattive sarà discussa a settembre – sottolinea Mirco Ricci, capogruppo Pd Regione Marche – vorrei rassicurare l’assessore provinciale Galuzzi che alla ripresa delle attività in regione la legge sulle attività estrattive tornerà immediatamente in commissione per continuare un dibattito già iniziato.

La Provincia ha effettuato le prime verifiche sulle cave dismesse e la Regione continuerà a impegnarsi. Anche negli ultimi giorni abbiamo avuto un confronto con l’assessore al ramo e i consiglieri d’opposizione per trovare una sintesi qualificata e comune per una materia così importante.

Sarà una legge dei tre “No”. Non prevede aperture di nuovi siti. Non ci saranno aumenti di materiali estratti rispetto a quanto fissato dal piano regionale (Prae) e soprattutto diremo “no” all’arrivo di inerti da fuori con le navi al porto di Pesaro.

Faremo in modo di utilizzare cave già attive e siti gravemente compromessi da precedenti attività estrattive per raggiungere i quantitativi previsti dal Prae. I siti in questione sono bloccati da vari vincoli e, come già successo in altre regioni, chiederemo delle deroghe. Così eviteremo l’arrivo di inerti da fuori e faremo sì che la provincia di Pesaro non sia l’ultima ruota del carro nel settore. Infine voglio sottolineare come punteremo al definitivo recupero delle cave dopo l’utilizzo e a una loro rinaturalizzazione”.

da Mirco Ricci
capogruppo Pd Regione Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-08-2009 alle 18:05 sul giornale del 14 agosto 2009 - 1068 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, mirco ricci, porto di pesaro