Opere pubbliche, Province europee a confronto

18/06/2009 - Giovedì scambio di esperienze in viale Gramsci con amministratori e tecnici del Dipartimento dell’Alto Reno

Che nel Belpaese si consideri la Francia cugina d’Oltralpe non è una novità. Ma al di là dei gemellaggi e degli scambi culturali e turistici, in viale Gramsci si è fatto di più. Un convegno, o meglio un tavolo di lavoro, intitolato “Province europee a confronto”.


L’iniziativa è in programma giovedì 18 giugno, a partire dalle 9, nella sala del Consiglio provinciale “Wolframo Pierangeli”. Al centro dello scambio di esperienze ci saranno gli strumenti urbanistici e di pianificazione territoriale insieme alla realizzazione di opere pubbliche, dal progetto al collaudo.


Al “laboratorio” parteciperanno amministratori e tecnici dei Comuni e della Provincia di Pesaro Urbino, rappresentanti degli Ordini professionali di ingegneri e architetti e dell’Associazione industriali e costruttori: da una parte l’esperienza italiana, dall’altra quella del Dipartimento dell’Alto Reno di Colmar per la Francia.


L’incontro si aprirà alle 9 con l’introduzione ai lavori (alle 9,15) affidata al direttore generale dell’ente di viale Gramsci Roberto Rondina, al primo vicepresidente della Provincia dell’Alto Reno Rémy With e a Pierre Vogt, consigliere della Provincia dell’Alto Reno. Seguirà un breve dibattito sulle funzioni delle Province.


Alle 10 primo piano su “Gli strumenti urbanistici e di pianificazione territoriale” con particolare attenzione alla “Tutela dell’ambiente e dei beni culturali, procedure e competenze in merito all’approvazione e alle direttive europee in materia di impatto ambientale e valutazione strategica in Italia e Francia”.


La parola all’architetto Maurizio Batoli, responsabile del settore Urbanistica della Provincia di Pesaro Urbino, a Rémy With e a Michel Chochoy, vice direttore generale dei Servizi della Provincia francese. Seguirà il dibattito (ore 10,30). (segue) “Esercizio e ordinamento delle professioni tecniche (ingegneri e architetti)” sarà il tema successivo con gli interventi degli ingegneri Manuela Manenti e Corrado Giommi, l’architetto Luca Storoni e Stéphanie Delacote, direttrice degli Affari giuridici.


Quindi ci sarà una “Illustrazione delle procedure per la realizzazione di un edificio tipo con diverse caratteristiche di vincoli”: a confronto l’esperienza dell’ingegner Luciano Zengarini, dirigente del servizio Acque pubbliche-Rischio idraulico e sismico, e di Vincent Better, direttore delle Commande pubbliche. A seguire un dibattito sulla “Realizzazione di un intervento edilizio in Italia e Francia: le competenze professionali” (ore 11,20).


Lo scambio successivo sarà, alle 12 circa, su “Illustrazione delle procedure dalla progettazione al collaudo di un’opera pubblica” al quale interverranno l’ingegner Alberto Paccapelo, dirigente del servizio Progettazione e Direzione lavori, ed Hèrmes Stefanelli, direttore dell’Archittetura del Dipartimento dell’Alto Reno.


Alle 12,30 è atteso il dibattito sulla “Realizzazione di un’opera pubblica”. E infine la chiusura dei lavori, attorno alle 13. L’iniziativa è promossa dalla Provincia di Pesaro Urbino in collaborazione con l’Ordine degli ingegneri e degli architetti.


Uno scambio di informazioni ed esperienze con il Consiglio generale dell’Alto Reno, incentrato sull’iter amministrativo e progettuale delle opere pubbliche, che coincide con la visita di una delegazione francese in questi giorni nelle terre di Pesaro Urbino.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2009 alle 14:31 sul giornale del 18 giugno 2009 - 923 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino





logoEV