Rugby: si ferma la corsa della Formiche under 15 ma non le ambizioni

formiche under 15 20/05/2009 - Anche la giovanile pesarese di rugby che aveva fatto più strada è costretta a fermarsi.

Si tratta della McDonald’s under 15 delle Formiche rugby che domenica ha perso la seconda e ultima partita del girone contro il Gran Parma per 27-12 salutando così i sogni di gloria. Un match che da tutti era stato presentato come proibitivo, ma che i pesaresi hanno giocato con la faccia tosta di chi non aveva nulla da perdere dopo la prima sconfitta contro Modena.



Di qui una grande prestazione, con ben due mete, una di Sabanovic e una di Torre, per la soddisfazione del loro allenatore Ernesto Ballarini: “Abbiamo giocato comunque un’ottima partita contro un Parma che aveva delle buonissime individualità e un livello tecnico complessivo invidiabile. Nell’uno contro uno avevano quasi sempre la meglio su di noi, ma abbiamo resistito con una grande prova collettiva. E’ vero che alla fine abbiamo perso, ma quando siamo riusciti a mettergli pressione, siamo stati in grado di metterli in difficoltà sbagliando davvero poco. In più aggiungiamoci che eravamo entrati in campo con un po’ di soggezione visto che Parma aveva raccolto sempre grandi e larghe vittorie”.



Di certo per le Formiche lo storico risultato di essere entrata fra le prime 6 squadre del centro Italia, comprendente le regioni, Marche, Abruzzo, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Sardegna, cosa mai avvenuta prima: “Direi di più, siamo fra le prime 20 d’Italia e forse anche qualcosa di più per quello che abbiamo dimostrato. Peccato solo aver perso a Modena una gara che potevamo vincere. E’ l’unica partita andata storta in questa stagione e di certo non si può dire nulla ai ragazzi che hanno comunque sempre dato il massimo. Ora speriamo di entrare nel girone Elite la prossima stagione, visto che questa squadra ha ampi margini di crescita”. Un’under 15 che quest’anno si è allenata quattro volte la settimana, a conferma che il lavoro durante la settimana paga sempre: “Importanti gli allenamenti di tecnica, ma abbiamo curato molto anche la preparazione atletica e noi siamo arrivati fino alla fine con un’ottima condizione fisica. Ovvio che sono stati i gruppi presenti sin dall’anno scorso a permettere di fare un piano allenamento così importante per una categoria giovanile”.



Per un campionato che si chiude c’è invece l’Idroteknika under 17 della Pesaro rugby che ha iniziato domenica la Coppa Marche di categoria intitolata fra l’altro al fondatore della Pesaro Rugby, Tonino Uguccioni. E’ così che la 17 pesarese, dopo aver terminato da prima in classifica la 2° fase del campionato del proprio girone, domenica a Pesaro ha colto una sofferta ma splendida vittoria contro il San Benedetto. Una partita a dir poco avvincente: dopo 20’ i pesaresi erano in vantaggio per 14 a 0 ma prima dello scadere gli ospiti accorciavano sino al 14-12. Nella ripresa risultato sempre in bilico: ancora in vantaggio i pesaresi per 21 a 12, poi la rimonta e il sorpasso a 8’ dalla fine del San Benedetto che andava sul 24-21.



Nonostante il caldo però l’ottima reazione dei pesaresi che a tre minuti dal fischio finale schiacciavano in meta con Michele Primavera per la vittoria per 26 -24. Davvero contento l’allenatore dell’Idroteknika Vittorio Petretti: “I ragazzi sono tutti da elogiare per come si sono battuti contro una squadra forte fisicamente che in passato ci ha fatto sempre soffrire, ma è doveroso evidenziare l’ottima prestazione nonché la generosità mostrata da Matthias Canapini e Michele Primavera”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2009 alle 17:35 sul giornale del 20 maggio 2009 - 1239 letture

In questo articolo si parla di sport, Pesaro Rugby