Visioni sonore nella settima arte

17/04/2009 - Sabato 18 aprile, alle ore 18 nella sala del Consiglio Comunale, David Murolo di Mediateca delle Marche e docente di Nuovi media all\'Università di Reggio Calabria parlerà su “Visioni sonore nella settima arte”, in occasione del terzo incontro nell\'ambito delle conferenze sul cinema \"Immagini e Armonie”.



La musica nel cinema è arrivata prima della parola. Oggi invece la colonna sonora è solo un completamento della pellicola basata su immagini e parole. Fin dall\'inizio la musica nel contesto filmico venne chiamata a creare atmosfere, a sottolineare e amplificare particolari stati emotivi, o a diventare essa stessa elemento narrativo, come nella commedia musicale.


David Murolo, riprendendo alcuni esempi cinematografici, evidenzierà anche i vincoli a cui sono sottoposti i compositori. Innanzitutto quelli tecnici, riguardanti la durata di un intervento musicale che deve essere funzionale alle immagini. Vi sono poi i vincoli artistici, in quanto il compositore deve tenere conto del clima generale del film, ma nello spettatore prevale la suggestione di sequenze cineamtografiche arricchite da colonne sonore che certamente contribuiscono a creare l’emotività e il pathos nel pubblico.


Le conferenze “Immagini e Armonie”, sono promosse da Mediateca delle Marche con il contributo del Comune di Pesaro, Istituto Culturale Italo-Tedesco Sez. Pesaro, società Dante Alighieri Sez. Pesaro, il settimanale \"Il Nuovo Amico” e con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2009 alle 15:26 sul giornale del 17 aprile 2009 - 846 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino