Festival della carne marchigiana: tra qualità e tradizione

confesercenti 28/03/2009 - C’è tempo fino all’11 aprile per approfittare del \"Piacere della carne\", il festival della carne bovina di razza marchigiana che permette di gustare menù promozionali a 22 euro (bevande escluse) e che, quest’anno, porta in tavola anche un piacere in più: la ricetta della tagliatella al ragù bianco di marchigiana tagliato a punta di coltello, proposta nei ristoranti aderenti a 6 euro. A tavola soltanto carne di qualità certificata da Bovinmarche con il marchio ‘Montefeltro’ che attesta la provenienza dei bovini e le corrette tecniche di lavorazione del prodotto, dalla macellazione alla frollatura.

“L’obiettivo –spiegano Risiero Severi coordinatore dell’iniziativa e Giorgio Bartolini, segretario Confesercenti Montefeltro- è quello di valorizzare il territorio e le sue risorse, in questo caso la carne bovina del nostro entroterra, prodotto di grande pregio sia per i tagli cosiddetti nobili sia per quelli meno pregiati. Nei ristoranti, infatti, sarà possibile gustare dall’ossobuco con i piselli allo spezzatino con i funghi, dal bollito misto, all’involtino e, ovviamente, una grande varietà di primi piatti tra i quali, appunto, la tagliatella al ragù bianco di marchigiana, proposta sia singolarmente sia all’interno dei menù.


Ai clienti dei ristoranti, inoltre, sarà fornita una scheda di gradimento nella quale esprimere consigli e preferenze sull’iniziativa. Tra tutte le schede raccolte, ne sarà estratta una, vincente, per ciascun ristorante. I nominativi corrispondenti potranno partecipare gratuitamente alla serata di gala, prevista a conclusione dell’iniziativa”.


Tagliatelle e menù promozionali del ‘Piacere della Carne’ sono disponibili fino all’11 aprile nei ristoranti: Le Contrade (Piandimeleto); Al Bel Fico (Pennabilli); Quelli della notte (Carpegna); Lago Verde (Pennabilli); Vecchio Montefeltro (Carpegna); La Locanda del Torrione (Pietrarubbia); San Girolamo (Frontino); La Nuova Rupe (Pietrarubbia); Villa Labor (Loc. Madonna di Pugliano); Antichi Sapori (San Sisto di Piandimeleto)


Nei ristoranti, infine, anche la possibilità di scegliere l’abbinamento con il Bianchello del Metauro Doc 2007 “Album” Galiardi, a prezzo convenzionato (7 euro a bottiglia o 2 euro al bicchiere). Anche quest’anno l’iniziativa coinvolge alcune macellerie del territorio che, sempre fino all’11 aprile, proporranno carne di qualità certificata da Bovinmarche a prezzo promozionale (6 chili al costo di 65 euro; 10 chili al costo di 110 euro): Antica macelleria Venturi (Pennabilli), Macelleria del Corso (Carpegna), Allegretti Maurizio (Piandimeleto), Macelleria O.K. (Montecalvo in Foglia), Bottega della carne (Novafeltria), F.lli Oppioli (Sassocorvaro), Cappella Gianfranco (Talamello).


La manifestazione è organizzata dall’Ente Parco Sasso Simone e Simoncello, Federazione dei Ristoratori, Confesercenti, Terre del Montefeltro, Comunità Montane del Montefeltro e dell’Alta Val Marecchia, BovinMarche, Regione Marche, con la collaborazione di Camera Commercio di Pesaro e Urbino, Provincia di Pesaro e Urbino, Fiesa Confesercenti, Associazione italiana Sommelier e Accademia italiana della Cucina.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2009 alle 16:27 sul giornale del 28 marzo 2009 - 1024 letture

In questo articolo si parla di attualità, confesercenti, Confesercenti Pesaro