Novafeltria: sgominata banda di spacciatori albanesi

operazione albania 19/03/2009 - I Carabinieri di Urbino e Novafeltria hanno sgominato la banda di albanesi che da qualche tempo era nel mirino delle forze dell\'ordine per un presunto traffico di sostanze stupefacenti  nella val di Foglia e nella valle del Metauro. 

Gli uomini arrestati sono stati tre: Elezaj Edison, 26enne residente a Sant\'Angelo in Vado, pluripregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti e contro la persona, Precetaj Altistin 23enne di Lunano, con diversi precedenti di polizia per possesso di stupefacenti, Ddodaj Dorian, 21enne residente a Mercatale di Sassocorvaro, ugualmente segnalato per alcuni precedenti.


L\'arresto è il risultato dell\'operazione “Albania” iniziata ad Acqualagna nel febbraio 2008 con il caso un 21enne del luogo arrestato per lo spaccio di circa 15 grammi di cocaina; dai controlli sul giovane era risultato un collegamento con la banda di albanesi che riforniva di stupefacenti, prevalentemente cocaina, tutta la valle del Metauro e i comuni di Piandimeleto, Lunano e Sassocorvaro.


I sospetti delle forze dell\'ordine erano stati rinforzati di lì a poco dall\'arresto di un altro ragazzo, un 26enne di S.Angelo in Vado, trovato in possesso di 60 grammi di cocaina nell\'aprile 2008, che gli erano stati venduti da una complice della banda, una donna di nazionalità italiana che conviveva con uno dei tre albanesi.


Le operazioni di pedinamento e controllo condotte dai carabinieri di Urbino e Novafeltria hanno poi permesso di appurare come fosse organizzato lo spaccio: la banda prelevava la sostanza a Milano e nei pressi dei caselli autostradali di Firenze, servendosi di un vasto parco macchine e con staffette organizzate ad hoc per depistare i controlli di polizia. La cocaina veniva poi frazionata in quantitativi variabili e nascosta poi in stradine di campagna in prossimità di ponti o cartelli stradali, dove venivano accompagnati i singoli acquirenti per prelevare la sostanza richiesta. Nello specifico la cocaina veniva venduta mediamente al prezzo di 50-70 euro per grammo.


L\'operazione “Albania” si è così conclusa con l\'arresto della banda, trovata ad Urbania in mattinata, e il sequestro di oltre un chilogrammo di marijuana e oltre 200 grammi di cocaina, ritrovati nelle abitazioni degli spacciatori; per la moglie di uno dei componenti della banda, che partecipava allo smercio della cocaina, ci sarà invece l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.Sono stati inoltre segnalati alla Prefettura di Pesaro e Urbino 15 assuntori di sostanze stupefacenti.







Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2009 alle 16:01 sul giornale del 19 marzo 2009 - 7269 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, Mariafrancesca Sticca, operazione albania