Basket: la Scavolini capitola di fronte a Roma

17/03/2009 -

Senza Myers e Hurd, Pesaro regge solo venticinque minuti; poi Roma prende il largo e chiude la partita 98 a 76. 



La trasferta romana si mostrava insidiosissima sin dall\'inizio per le importanti assenze di Hurd e Carlton Myers. Nei dodici per Pesaro c\'è Nardi che dovrà dare man forte per sopperire alle assenze.

Pesaro sin dall\'inizio appare poco attenta e discontinua. Dopo aver raggiunto anche 12 lunghezze di svantaggio, Pesaro riesce a riordinare le idee con Van Rossom in regia e con un 11 a 2 di parziale si riporta a ridosso della Virtus sul 22-19. Ma a cavallo tra primo e secondo quarto, due triple di Datome e Douglas riportano Roma sul 30-21. Quando Pesaro perde pure Hicks causa falli, la situazione inizia ad essere semi drammatica e coach Sacripanti prova la zona con Roma avanti 34-27. La difesa biancorossa non è efficace e troppe sono le palle perse.Solo Akindele tieni in piedi la squadra rendendosi pericoloso in ogni azione. Ma alla sirena il vantaggio di Roma è di 13 lunghezze (49-36). Al rientro in campo la musica non cambia: Pesaro non riesce a concretizzare ne\' in difesa ne\' in attacco. Roma fissa il break decisivo a fine terzo quarto chiudendo sul 70 a 52.

Solo Akindele cerca di reagire, ma ormai la partita è saldamente in mano ai capitolini.

L\'incontro termina con il punteggio di 98-76 per la Lottomatica. Per Pesaro, privo di due pedine fondamentali come Myers e Hurd era veramente arduo pensare di espugnare il Pala Tiziano. Con la speranza di tornare a ranghi completi da domenica prossima, i biancorossi avranno ben due incontri all\'Adriatic Arena contro Teramo e Treviso: la Scavolini dovrà assolutamente portare a casa punti importanti.





Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2009 alle 20:15 sul giornale del 17 marzo 2009 - 1286 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, isabella agostinelli, Scavolini Basket