Espianto multiorgano al San Salvatore

trapianto 07/03/2009 - I familiari di una donna deceduta giovedì all\'ospedale San Salvatore hanno acconsentito a donare fegato, reni, pancreas, tessuto osseo, vasi iliaci e cornee. Gli organi sono stati trasportati con urgenza in altre strutture sanitarie per essere impiantati su pazienti in lista d’attesa.

Le operazioni di trapianto e traferimenti dei vari organi hanno interessato non solo l\'equipe medica dell\'ospedale pesarese, ma anche altre squadre di medici di tutta Italia, che hanno lavorato in coordinamento con il Nord Italia Trasplant, centro nazionale di riferimento per le Marche dell’attivià trapiantologica.


Reni, pancreas e vasi iliaci sono stati asportati dai chirurghi degli Ospedali Riuniti di Ancona, mentre il fegato dai medici dell’Azienda ospedaliera di Padova. L’équipe della Banca dei tessuti di Treviso ha asportato i tessuti ossei e tendinei, mentre il ‘San Salvatore’ ha effettuato l’espianto delle cornee.


Agli Ospedali Riuniti di Ancona sono stati inviati per il trapianto il rene sinistro, pancreas e vasi iliaci, all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, mentre il rene destro e il fegato all’azienda ospedaliera di Padova. Invece i tessuti ossei e tendinei sono rimasti alla Banca dei Tessuti di Treviso e le cornee sono state trasportate alla banca delle Cornee di Fabriano.








Questo è un articolo pubblicato il 07-03-2009 alle 17:32 sul giornale del 07 marzo 2009 - 860 letture

In questo articolo si parla di trapianti, San Salvatore, Mariafrancesca Sticca





logoEV