D\'Anna: la ferrovia Fano-Urbino diventi metropolitana di superficie

Giancarlo D\'Anna 24/02/2009 - La Ferrovia Fano-Urbino si trasformi in metropolitana leggera. Quella di Mirco e Matteo Ricci più che una proposta - utilizzo della linea ferroviaria Fano-Urbino in pista ciclo pedonale- è una “provocazione”.

Lo afferma il consigliere regionale di A.N. PdL Giancarlo D’Anna fermo sostenitore del riutilizzo della linea ferroviaria dimessa come metropolitana leggera.


“Il Consigliere regionale del Pd Ricci e l’aspirante Presidente della Provincia di PU rilanciano la ciclopedonale lungo la ferrovia- dice D’Anna- proprio a ridosso della manifestazione Nazionale delle Ferrovie dimenticate che si terrà in 90 località italiane tra cui Fermignano domenica 1 marzo 2001 e quando in un’altra regione, il Lazio la Giunta regionale approva il progetto preliminare per il recupero e riutilizzo della ferrovia Capranica-Orte autorizzando il coofinanziamento della Regione”. Ritenengo importanti le piste ciclopedonali- continua D’Anna- ma credo che ciò non deve assolutamente escludere la possibilità di un recupero della Fano-Urbino come metropolitana di superfice. Da una parte c’è bisogno di una mobilità alternativa alla gomma offrendo ai cittadini nuovi servizi. Dall’altra la necessità di mettere in sicurezza pedoni e ciclisti. Nel primo caso un collegamento entroterra costa, con la ferrovia, è fondamentale per ridurre isolamento, disagi e inquinamento. Nel secondo è opportuno dare priorità agli interventi di piste ciclabili soprattutto nelle strade provinciali e nazionale dove gli incidenti a volte mortali sono all’ordine del giorno.”


Invito il Consigliere Ricci a studiare insieme alla Giunta regionale il percorso che sta portando avanti la Regione Lazio sul recupero della ferrovia e Matteo Ricci di adoperarsi per mettere in sicurezza pedoni e ciclisti nelle numerose e pericolose strade provinciali. A tutti e due l’invito a partecipare alla manifestazione di Fermignano domenica 1 marzo portando guanti e tuta visto che in programma c’è anche la pulizia di una parte del tracciato ferroviario. Io ci sarò.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2009 alle 17:23 sul giornale del 24 febbraio 2009 - 1067 letture

In questo articolo si parla di politica, alleanza nazionale, giancarlo d\'anna, giancarlo d\\\'anna


Rondina Massimo

Esprimo la mia modesta approvazione a quanto detto dal Consigliere D\'Anna.<br />
Infatti vorrei evidenziare che la linea ferroviaria Fano-Urbino anche se dismessa è l\'unico percorso esistente e penso possibile (visto l\'urbanizzazione della valle del Metauro) che dalla costa arriva dopo 49km ad Urbino.<br />
Visto la situazione della viabilità lungo la vecchia Flaminia ritengo sia strategico al momento attuale (pensate in futuro) progettare un riutilizzo dello spazio lineare che da Fano arriva almeno fino a Fermignano per farci passare il trasporto pubblico e perchè no anche privato.<br />
L\'utilizzo di 49 km di un percorso già esistente (e non da individuare e da esproriare) che collega tutti i paesi della pianura della bassa e media valle del Metauro solo come pista ciclabile e pedonale sarebbe, secondo me, una scelta poco strategica e al ribasso.<br />
<br />
<br />




logoEV