La Lega Navale promuove un corso di vela per disabili

19/02/2009 - La sede pesarese della Lega Navale ha promosso, in collaborazione con il Comune, un corso di vela per disabili esteso ai servizi diurni per quest\'ultimi, coordinati dalle cooperative sociali \"Labirinto\" e \"Marcamondo\".

Il corso è stato presentato presso il centro socioeducativo di Viale Trieste, gestito dalla cooperativa sociale \"Labirinto\" come iniziativa volta a sostenere e diversificare l\'offerta formativa, per altro già ampia, che i centri diurni per disabili propongono sul territorio.


Ad illustrare il progetto sono intervenuti il vicesindaco Ilaro Barbanti, l\'assessore alle politiche sociali Marco Savelli e il presidente della Lega Navale italiana i quali hanno mostrato di avere molto a cuore il progetto che prevede di inserire i ragazzi dei centri per disabili in un programma, sia teorico sia pratico, volto ad implementare la loro conoscenza della vita di mare e della vela. Il corso sarà infatti strutturato in lezioni in aula seguite da dimostrazioni pratiche delle nozioni acquisite; i ragazzi verrano divisi in gruppi e seguiti da istruttori qualificati per uscite in mare ed esperienze concrete di attività legate alla pratica velica. La Lega Navale Italiana ha messo a disposizione le proprie competenze e le proprie strutture per le riuscita del progetto che si spera possa evolvere e ripetersi in diversi tempi, diventando un punto fermo nella programmazione delle attività previste per le persone diversamente abili iscritte ai servizi territoriali.


La finalità principale del corso è quella, oltre che di istruire i ragazzi nel settore velistico, rinforzare l\'immagine personale dei partecipanti, favorire lo sviluppo di autonomie personali e sociali e promuovere percorsi di integrazione con la comunità locali. Sono questi obiettivi che i centri socioeducativi stanno già perseguendo ottendendo risultati considerevoli : basti pensare che nella sola sede di Viale Trieste sono già presenti laboratori di serigrafia, ceramica e grafica, autore, quest\'ultimo, di un calendario 2009 corredato di disegni ed elaborati prodotti dai ragazzi del centro.


Si tratta di ragazzi al di fuori dell\'obbligo scolastico che partecipano costantemente alle attività promosse dai centri, in orari e modalità predefinite e che al loro interno hanno la possibilità di scegliere tra vari settori di interesse, per trovare poi quello preferito ed impegnarsi nella realizzazione dei progetti proposti. Il corso sarà documentato da riprese video e fotografie digitali che saranno disponibili sul sito della cooperativa sociale Labirinto, con l\'obiettivo di dare visibilità al progetto e favorirne gli sviluppi futuri.








Questo è un articolo pubblicato il 19-02-2009 alle 13:07 sul giornale del 19 febbraio 2009 - 1144 letture

In questo articolo si parla di disabili, attualità, Mariafrancesca Sticca, cooperativa Labirinto, corso vela





logoEV