Basket: alla Scavolini la partita contro la Fortitudo Bologna

3' di lettura 31/12/2008 -

La Scavolini Spar strapazza la Fortitudo Bologna e si aggiudica il match con il punteggio di 99 a 72.



Davanti al pubblico di casa, accorso in massa all\'Adriatic Arena per la classica del basket italiano, la squadra pesarese riesce ad ottenere una vittoria importante e significativa vista la rivalità tra le due franchigie. Bologna arriva all\'appuntamento di fine anno con una squadra in netta ripresa dopo il cambio di coach e grazie ai nuovi arrivi di Strawberry, Fucka e Papadopoulos; ma ci sono anche una lunga serie d\'infortuni che costringono Pancotto a mettere in campo dal primo minuto il giovanissimo Fin.

Nel primo tempo le squadre giocano punto su punto e in perfetto equilibrio, anche se la squadra pesarese sembra avere più energia: mentre per la Fortitudo, la maggior parte dei canestri arriva da Fucka e de Gordon, nella Scavolini Spar Curry, Hicks, Shaw e Hurd si alternano tra canestri, recuperi e grandi giocate in velocità. Ottimo poi l\'ingresso in campo da parte del neo acquisto Nardi, che, dopo una partenza un po\' contratta, si guadagna uno scroscio d\'applausi grazie ad un\'entrata spettacolare sotto canestro. La sirena del primo quarto vede Pesaro avanti per 29 a 25.

La seconda frazione porta il marchio di Akindele che controlla molto bene gli avversari sotto canestro e mette nella retina punti importanti che regalano alla sua squadra il +8. Niente può Fucka di fronte a tanta forza: la Scavolini vola velocemente a +12 (51-39) e si chiude così il primo tempo.

Il terzo tempo vede il tracollo definitivo della Fortitudo Bologna che sembra non avere più armi per contrastare le giocate di Curry, Hurd e Hicks: + 17 e pubblico in festa dopo che Akindele schiaccia in contropiede rompendo addirittura il canestro. Gli arbitri non gradiscono il gesto del giovane nigeriano e fischiano un fallo tecnico. Sul ribaltamento di fronte è però Gordon a commettere antisportivo su Hicks. La Scavolini Spar ha in mano la partita: alla fine del terzo quarto il tabellone segna 75 a 55 per la squadra di casa.

La quarta e ultima frazione di gioco vede una sola squadra in campo: la Scavolini Pesaro. Nella Fortitudo l\'unico uomo a crederci e lottare ancora è il trentasettenne Fucka (18 punti a referto) che da solo però riesce a fare ben poco: la squadra di Bologna alza bandiera bianca sul +27 per gli avversari. Da sottolineare le ottime performance di Hicks (24 punti), Curry (18), Hurd (12) e Akindele (12), senza però dimenticare capitan Myers (11) e la matricola Nardi (10).

Una partita quasi perfetta quella della Scavolini Spar che, dopo aver perso pesantemente di 30 punti contro Siena la scorsa settimana, ha voluto riscattarsi mettendo in campo il cuore e tanta energia. Il vice allenatore Benelli ha così commentato la vittoria: \"Cosa ci ha dato l\'energia di stasera? Quando perdi di 30 la tua squadra, se è formata di gente seria, orgogliosa e responsabile come la nostra, ha voglia di rifarsi a prescindere dalle energie fisiche. Poi i nostri ragazzi si interessano, leggono e si documentano, conoscono la piazza e noi gli abbiamo detto che questa era la partita dell\'anno per i tifosi così l\'hanno onorata. Per questo si meritano un applauso. Le nostre energie erano più morali che fisiche\".






Questo è un articolo pubblicato il 31-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 31 dicembre 2008 - 1372 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, isabella agostinelli





logoEV