Palazzo Perticari, pensiamo subito al futuro

alfredo mietti 18/12/2008 - È difficile accettare che a pochi giorni dal natale, due negozi storici del centro di Pesaro debbano essere sgomberati a causa delle condizioni fatiscenti dello stabile in cui si trovano.

Difficile da accettare prima di tutto per gli stessi commercianti, che in giorni preziosi per la loro attività dovranno occuparsi di un trasloco invece che dedicarsi alle vendite, per di più in una stagione partita con tante difficoltà. Difficile da accettare anche per le conseguenze che il provvedimento avrà sull’immagine del centro città: con il trasloco dei negozi Bertani e Righetti Vog, infatti, non si svuota soltanto palazzo Perticari, ma, in parte, anche Corso XI settembre, per il quale quelle attività erano importanti punti di riferimento e di attrazione.


Non è compito nostro esprimere giudizi rispetto all’effettiva pericolosità della struttura e, quindi, attribuire colpe o ragioni in merito all’urgenza dello sgombero. Di certo restiamo un po’ sconcertati di fronte a un intervento così improvviso e definitivo quando da anni era nota la precarietà dell’edificio. Confesercenti ha già assicurato il proprio sostegno a entrambi i commercianti di palazzo Perticari, andando a verificare direttamente la loro situazione. Chiediamo che il Comune sia pronto a fornire un aiuto concreto per agevolare il trasferimento temporaneo degli operatori e far sì che il trasloco sia il più rapido possibile. Al contempo, chiediamo che l’amministrazione non si occupi soltanto dell’emergenza, ma pensi anche al futuro, offrendo fin da ora l’opportunità di una sistemazione definitiva ed adeguata per le attività sgomberate. Per quanto riguarda la ristrutturazione di palazzo Perticari, prevediamo, purtroppo, tempi lunghi, dal momento che occorrerà attendere una seconda asta di vendita.


Senza entrare nel merito del progetto che riguarderà la struttura, chiediamo, però, che su tutto il piano terra sia mantenuta una destinazione commerciale proprio perché il tratto iniziale di Corso XI settembre è una delle zone più rinomate dello shopping pesarese e non deve essere dequalificata a via secondaria. Chiediamo, insomma, che il nuovo Perticari contribuisca a rilanciare l’offerta commerciale del centro storico, già in passato impoverita dalle numerose aperture di istituti bancari. Sarebbe auspicabile, in tal senso, che chi per decenni è stato titolare di negozi in quell’edificio, una volta completato l’intervento di ristrutturazione, abbia per primo, se lo vuole, il diritto a rientrarci.


da Alfredo Mietti
presidente provinciale Confesercenti




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 dicembre 2008 - 1254 letture

In questo articolo si parla di attualità, Alfredo Mietti





logoEV